Napoli: donna uccisa, il marito confessa

Ieri sera a San Sebastiano al Vesuvio, in provincia di Napoli, è stata uccisa a coltellate dal marito, una giovane donna. Antonetta Paparo di 34 anni è stata trafitta da diverse coltellate e ha quindi perso la vita all’ospedale Villa Betania, a Ponticelli, dove è stata trasportata d’urgenza. E’ stato poi arrestato il marito che ha confessato di essere l’autore del delitto.

La Polizia è intervenuta repentinamente ed ha innanzitutto chiesto spiegazioni riguardo all’accaduto a Pasquale Iamone, di 38 anni, marito della vittimache ha riferito di aver subito insieme alla moglie un’aggressione con lo scopo di rapina, purtroppo finita male.

L’uomo è stato trasportato negli uffici della Squadra mobile della Questura di Napoli dove è stato sottoposto ad un intenso interrogatorio durato tutta la notte. Pasquale Iamone ha però inizialmente tentato di portare avanti la tesi già professata così ha raccontato di essere stato vittima insieme alla moglie, di un tentativo di rapina, verificatosi dopo che la coppia si era appartata in un luogo isolato di San Sebastiano al Vesuvio, in località Capriccio. La donna avrebbe reagito, in base a ciò che ha riferito l’imputato e sarebbe quindi stata accoltellata. Gli investigatori però piuttosto perplessi hanno continuato ad interrogare l’uomo fino a quando poi non è giunto a confessare la verità. Pasquale Iamone ha detto quindi al Pm di aver ucciso la moglie.

Attualmente non si dispone ancora di nessuna notizia in merito all’arma del delitto e si sta procedendo nell’indagine al fine di scoprire il movente dell’uccisione. Secondo gli investigatori potrebbe trattarsi di un delitto passionale, ma intanto non si escludono anche altre piste.