Scampia: arrestato il boss della camorra Mariano Abete

Arrestato il boss della camorra Mariano Abete, il 21enne latitante, reggente dell’omonimo gruppo malavitoso attivo nel quartiere di Scampia, a nord di Napoli.

Il giovane boss residente in via Ghisleri a Napoli, era da tempo diventato latitante e fino ad ora era sempre riuscito a sfuggire alle forze dell’ordine che non avevano mai smesso di dargli la caccia, essendo lui un esponente di spicco della nuova faida di Scampia.

Abete era a capo degli “scissionisti” in guerra aperta contro i “girati” e nonostante la sua giovane età era considerato uno dei boss più pericolosi della camorra. Era ricercato per un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli per associazione mafiosa e associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti.

Intorno alle 5:30 di questa mattina finalmente il giovane boss è stato scovato e catturato dai carabinieri appartenenti al nucleo operativo Stella e alla stazione quartiere 167 del comando provinciale di Napoli. Mariano Abete si trovava a casa della madre in un nascondiglio che aveva ricavato tra due pareti alle quali si accedeva tramite una parete mobile con un’apertura che veniva azionata automaticamente da un telecomando. All’arrivo delle forze dell’ordine il boss non ha opposto resistenza e si è lasciato arrestare.