Astrofisica: Margherita Hack è malata ma rifiuta l’operazione al cuore

Margherita Hack è malata. L’astrofisica italiana soffre di problemi cardiaci ma è contraria a sottoporsi all’operazione chirurgica. Grande divulgatrice scientifica, la Hack preferisce restare a casa e affrontare qualsiasi conseguenza perché, come lei stessa afferma, “Non ne vale la pena”. L’astrofisica, una delle figure più prestigiose che la scienza possiede, ha 90 anni e oggi ha dichiarato con molta tranquillità: “Preferisco così, volevo stare in pace, inutile campare cinque anni di più male, meglio stare a casa con il mio lavoro e i miei animali”. Altissimo il contributo scientifico di una fatalista e irremovibile scienziata, al quale è stato dedicato un asteroide scoperto da Andrea Boattini e Luciano Tesi nel 1995: 8558 Hack.

Margherita Hack, dunque, non vuole operarsi perché la vita in ospedale sarebbe una vita non piena e vera e lei è una donna attivissima, una di quelle donne che respirano la vita in ogni sua parte e che fanno della vita una vera missione. Ella afferma, ancora, con pacatezza e ironia: “L’operazione sarebbe potuta essere risolutiva in un certo senso, ma presentava anche dei rischi: l’idea mi è venuta di notte, semplicemente. Mi sono resa conto che in ospedale mi mancavano la mia attività, mio marito, i miei animali e tutte quelle comodità, privacy compresa, che in ospedale non ci sono. Una vita a metà. Qui a casa magari al rallentatore, ma faccio le cose normali. E allora, ho pensato: un’operazione a rischio, un’altra degenza e poi una lunga convalescenza? No: come va va”.

In numerose interviste l’astrofisica ha spiegato quanto noi tutti siamo figli delle stelle, in quanto la materia che ci compone è stata costruita da esse e ci tiene a precisare che nell’universo non siamo soli: ci sono miliardi di pianeti intorno alla terra e tutte le volte che ci sono condizioni favorevoli questi faranno nascere vite in luoghi lontani.

Se la profezia Maya indica il 21 dicembre come la fine del mondo…Margherita Hack dice che è una grande balla e che il rischio della fine della terra ci sarà ma tra 5 miliardi di anni. Il sole invecchierà, diventando una gigante rossa; il suo raggio aumenterà e noi saremo inghiottiti dalla sua luce. Chissà, forse ci saremo già estinti!