Champions League: Milan sconfitta indolore, Lavezzi lancia il Psg

Fase a gironi della Champions League verso l’archiviazione. Con la sconfitta indolore contro lo Zenit il Milan, già qualificato, chiude il suo girone di Champions League. Le partite odierne segnano la chiusura dei primi 4 gironi della massima manifestazione continentale. Domani sarà la volta degli altri 4 gruppi, con la Juventus impegnata in Ucraina, per ottenere il pass agli ottavi di Champions League.

In verità i gironi A, B, C e D avevano già espresso le 8 qualificate agli ottavi di Champions League, da decidere solo 2 delle 4 squadre ‘retrocesse’ in Europa League.

Tra le già qualificate agli ottavi di Champions League il Milan, che nell’ultima partita del girone, a San Siro contro lo Zenit di San Pietroburgo perde 1-0. La rete della vittoria per lo Zenit è messa a segno da Danny al 34° minuto, sconfitta ‘dolce’ per un Milan in formazione rimaneggiata, e con la testa all’impegno di domenica all’Olimpico di Torino. La squadra di Spalletti dal canto suo, si giocava con i belgi dell’Anderlecht, impegnati in Spagna, con la capolista Malaga, la possibilità di proseguire l’avventura europea, nella seconda manifestazione continentale. La vittoria di Milano, e il pareggio dei belgi a Malaga per 2-2, consente ai russi di continuare il percorso europeo in Europa League. Classifica finale del girone C: Malaga 14 Milan 8, promosse agli ottavi di Champions League, Zenit 7, ai sedicesimi di Europa League, Anderlecht 5.

Il Porto e il Psg già sicuri della qualificazione, si contendevano nello scontro diretto il primo posto del girone A di Champions League . Vittoria e primato con 15 punti per i francesi, che con le reti degli ex ‘italiani’ Thiago Silva e Lavezzi stendono i lusitani (secondi con 13 punti), cui non basta la rete del provvisorio pari di Martinez. Del tutto ininfluente il pari tra la Dinamo Zagabria già ultima, e la Dinamo Kiev già terza, con i croati che al 94°ultimo evitano la sesta sconfitta in altrettante partite, conquistando il primo e unico punto in classifica. Gli ucraini chiudono il girone con 5 punti.

Clamoroso nel girone D, dove il Manchester City di Mancini non riesce ad ottenere neanche l’accesso all’Europa League. Il girone di ferro della Champions League è dominato dai tedeschi del Borussia Dortmund, autori forse del miglior calcio visto in questa prima fase della Champions League. Nell’ultima partita del girone i tedeschi non hanno ‘pietà’ della squadra inglese, e con il successo firmato da Schieber, si portano a 14 punti, lasciando ai citizen l’ultimo posto del girone con appena 3 punti in classifica. Nell’altra partita goleada del Real Madrid sugli olandesi dell’Ajax, a segno Callejon due volte, Cristiano Ronaldo e Kakà, rete della bandiera per i lancieri di Boerrigter. Gli iberici chiudono secondi con 11 punti, la squadra di Amsterdam con 4 punti si guadagna l’accesso ai sedicesimi di Europa League.

Nel girone B da decidere solo chi tra i tedeschi dello Schalke 04 e gli inglesi dell’Arsenal potesse fregiarsi del primo posto. La spuntano i tedeschi che con l’1-1 sul campo dei francesi del Montpellier, al loro secondo punto conquistato, salgono a quota 12 punti. La squadra londinese perde in Grecia, contro l’Olimpiakos per 2-1, restando ferma a 10 punti; la vittoria porta i greci, già sicuri del terzo posto, a 9 punti in classifica.

Domani si concludono gli altri 4 gironi. Alcuni verdetti sono già scritti, altri sono ancora da decidere. Alla Juventus impegnata sul campo dello Shakhtar Donetsk, contro i già qualificati ucraini, ‘basterà’ un punto per entrare nel lotto delle 16 qualificate alla seconda fase della Champions League 2012-2013.