11.1 C
Napoli
venerdì, Dicembre 3, 2021

Daniel Pennac: ‘Ernest & Celestine’ e ‘Storia di un Corpo’

Le storie pi lette

Lo scrittore francese, Daniel Pennac, ha firmato la sceneggiatura e i dialoghi di ‘Erneste & Celestine’. Il film d’animazione, distribuito da Sacher, è atteso nelle sale italiane il 20 dicembre. La regia è curata da Benjamin Renner, Stephane Aubler e Vincent Patar e si distinguono le voci di Claudio Bisio e Alba Rohrwacher.

La storia racconta del rapporto d’amicizia tra l’orso Ernest e la topolina Celestine: gli animaletti combattono contro i pregiudizi della società che li circonda, allontanandosi da chi pensa che la razza diversa sia segno di ostacolo e diffondendo l’idea che non bisogna aver paura delle avversità. L’orso è goloso e sogna di diventare un musicista; la topolina ha un carattere molto particolare e ama disegnare. La storia è ispirata ai libri illustrati della scrittrice belga Gabrielle Vincent ed è curioso sapere che la Vincent, morta nel 2000, aveva  un’amicizia epistolare proprio con lo scrittore francese. Daniel Pennac dichiara: “Saper trasformare le parole in immagini e sequenze animate richiede un talento straordinario. Mi piace il fatto che scrivere dialoghi per questo tipo di cinema ti permette di stabilire un rapporto con un pubblico ampio e giovane, un pubblico che è in formazione, che è curioso, aperto. Del resto io non ho mai sopportato quella letteratura snob, che si pretende elitaria. Non amo scrivere solo per un cenacolo di adepti”.

Giovedì alle ore 17:00, presso il Cinema Modernissimo, Pennac saluterà i suoi fan napoletani e sarà presente anche alla Libreria Feltrinelli, in Piazza dei Martiri alle 12:00 per presentare e firmare le copie del nuovo libro ‘Storia di un Corpo’. Si tratta di un’inchiesta sull’oggi, su ciò che viviamo in maniera costante: l’odore di una donna; il sapore, a merenda, della marmellata sul pane; l’osservazione della pelle che invecchia; la fine di un desiderio; la perdita della memoria. Il protagonista si chiama Lison e riceve un regalo: tornato a casa, dopo il funerale del padre, gli consegnano un pacco post-mortem del genitore. Inizia un viaggio nei meandri dell’io e il narratore è fin troppo bravo a farci immergere in ciò che lui sente , con amore e tenerezza. Dal libro egli ha tratto uno spettacolo teatrale. ‘Journal d’un corps’ è di e con Daniel Pennac ed apre la tournée internazionale al Teatro San Ferdinando di Napoli il 19 dicembre alle 21:00. Lui è solo sulla scena e ciò crea un rapporto molto intimo con il pubblico. In effetti, è proprio questo che dovrebbe fare il teatro: noi e l’attore. Nient’altro. Daniel Pennac mette in scena il corpo: dalla giovinezza alla vecchiaia. Insomma, lo scrittore francese è un grande artista, con le sue mille sfaccettature. Non ci resta che andare a vedere il film d’animazione e leggere il suo libro.

“A forza di riflettere, si finisce per arrivare a una conclusione. A forza di giungere a una conclusione, succede che si prende una decisione. E una volta presa la decisione, succede che si agisce per davvero”. (Daniel Pennac)

 

Altre storie

Potrebbe anche interessarti

“Elogio alla dolcezza”: è la vera forza che ci salverà dall’egoismo...

0
Lontano da facili lirismi, il saggio di Beatrice Balsamo è un inno alla dolcezza. Una virtù ormai rara ma che va preservata perché capace...

Torino: Il ruolo della donna al tempo degli antichi egizi

0
Il museo egizio di Torino continua ad attirare sempre più turisti non solo dall'estero ma anche da tutta Italia, soprattutto grazie all'applicazione di eventi...

Ultimi articoli