Maltempo causa voragini a Napoli e Roma. Intanto arriva ‘Attila’

Il maltempo continua a sferzare l’Italia causando allagamenti e voragini soprattutto a Napoli e Roma. Intanto si prospetta l’arrivo di ‘Attila’, un forte freddo che attraverserà la penisola nei prossimi giorni.

NAPOLI– In via Liguria ieri sera nella periferia nord di Napoli, le forti piogge hanno causato una grande voragine profonda otto metri e larga all’incirca quindici metri. La terra è sprofondata inghiottendo un’auto con tre persone a bordo che in quel momento stava transitando su quella zona. Una tragedia sfiorata perché le tre persone sono rimaste fortunatamente illese e sono state estratte delicatamente dalle lamiere grazie all’aiuto immediato dei vigili del fuoco. Intanto la frana ha causato l’interruzione dell’erogazione dell’acqua e dell’elettricità che i tecnici si stanno impegnando a ripristinare il prima possibile. Si è verificata anche una piccola fuga di gas, ma subito la situazione è stata messa in sicurezza. Davvero tanta la paura tra i residenti che paventano la possibilità che si apra una nuova voragine che causi però conseguenze ben più gravi.

ROMA– Molte strade romane continuano ad essere chiuse perché ricoperte di fango e quindi inagibili. Stamane le strade della Balduina sono state coinvolte da una voragine poco profonda, ma molto estesa, che è stata causata dalla rottura di una tubatura dell’acqua. Ben sette auto sono finite nella voragine, ma i vigili del fuoco le hanno prontamente estratte. Sono ancora al lavoro i tecnici per ripristinare l’erogazione dell’acqua.

Intanto dalle prossime ore l’Italia sarà attraversata da ‘Attila’, la prima incursione di aria gelida proveniente dal Nord Europa. Così arrivano freddo e neve che si protrarranno almeno fino all’8 dicembre. Niente di eccezionale dicono gli esperti di meteorologia, si tratta di una tipica situazione invernale che però se durerà per molto tempo causerà senza dubbio forti danni all’agricoltura. Intanto la Protezione Civile ha diffuso l’allarme per condizioni meteo avverse.