Risultati Serie A: L’Aquila vola, Palermo e Udinese scelgono l’X

RISULTATI SERIE A – La 17° giornata di serie A si apre con i due anticipi Udinese-Palermo (1-1) e Lazio-Inter(1-0), per effetto di tali risultati l’Udinese stacca in classifica il Catania mentre il Palermo per stasera è fuori dalla zona retrocessione, la Lazio invece con la pesante vittoria di stasera aggancia il Napoli e si rilancia in chiave scudetto.

UDINESE-PALERMO – L’Udinese di Guidolin forte delle due vittorie consecutive ospita il Palermo di Gasperini che al Friuli non vince dal 2007, quando in panchina sedeva proprio l’attuale allenatore dei Friulani. Parte bene l’Udinese, ma il Palermo inizia lentamente a prendere campo e grazie all’ispirato Ilicic di questa sera impensierisce e non poco la difesa bianconera, sono proprio i rosanero a sbloccare il match con un bolide dell’attaccante sloveno che con la complicità di un goffo intervento di Brkic insacca l’1-0. Il Palermo continua a macinare gioco e pochi minuti dopo protesta per  un netto fallo di Danilo ai danni di Ilicic in aria di rigore, Peruzzo fa cenno di proseguire. L’Udinese prova una sterile reazione ma il primo tempo si chiude sull’1-0 per i siculi. La seconda frazione si apre con un palo per l’Udinese ad opera di Pasquale che con una sassata di sinistro da fuori area mette i brividi a Ujkani, al  61° l’Udinese rimane in dieci grazie all’ingenuità di Heurtaux che già ammonito compie un brutto fallo su Garcia beccandosi il secondo giallo. Il Palermo prende possesso della partita e fa quello che vuole con la palla sprecando l’impossibile con Brienza, Rios e Ilicic, i rosanero sembrano avviarsi verso la vittoria quando all’89° uno sciagurato intervento di Ujkani permette all’eterno Di Natale di andare in goal e pareggiare la partita. Finisce così 1-1 con i rosanero che escono dal campo a capo chino consapevoli si aver sprecato una grande opportunità, festeggiano invece gli uomini di Guidolin che in inferiorità numerica e giocando male riescono comunque a portare a casa un prezioso pareggio.

LAZIO-INTER – La Lazio di Petkovic tenta di rilanciarsi in chiave scudetto affrontando la “provinciale” Inter di Stramaccioni che viene dalla vittoria contro il Napoli, pervenuta nonostante la scarsa mole di gioco prodotta. L’Inter ha un buon avvio di gara, ma la Lazio pian piano schiaccia i nerazzurri nella propria aria. I biancocelesti creano molto ma concretizzano poco, Mauri e Klose in più di un’occasione si dimostrano poco lucidi negli ultimi quindici metri, la prima frazione di gioco si conclude sullo 0-0 senza particolari emozioni.  Nel secondo tempo l’Inter gioca meglio e va vicina al vantaggio prima con Guarin che con un destro da fuori area colpisce clamorosamente il palo e poi con Cassano che di piatto piazza ancora una volta la palla sul palo, sul susseguente tap-in di Nagatomo Marchetti si supera. Entrambe le squadre provano a segnare ma è la Lazio a passare, all’82° Mauri verticalizza per Klose che incrocia di destro dal limite e batte Handanovic, L’Inter accusa il colpo e non riesce a reagire, Mazzoleni fischia per tre volte  e lancia i titoli di coda sul match. La Strama-inter gioca male la prima frazione di gioco ma si riprende nella seconda e becca il gol proprio nel momento migliore, La Lazio arruffona di Petkovic riesce a portare a casa i tre punti nonostante qualche affanno.

In programma invece domani alle 12:30 Fiorentina-Siena, e dalle 15:00: Catania-Sampdoria, Chievo-Roma, Genoa-Torino, Juventus-Atalanta, Milan-Pescara e Parma-Cagliari mentre in serata alle 20:45 al San Paolo il Napoli affronterà il Bologna.