Rita Levi Montalcini si è spenta all’età di 103 anni

rita levi montalcini

Rita Levi Montalcini si è spenta oggi intorno alle 14, nella sua abitazione romana in via di Villa Massimo, dove è intervenuto il 118. La notizia del decesso è stata verificata anche dalla Questura di Roma.
Neurologa, Premio Nobel per la medicina e senatrice a vita, Rita Levi Montalcini aveva 103 anni.
Nel 2009, quando giunse all’età di cento anni, è stata la prima tra le vincitrici e i vincitori del premio Nobel a varcare il secolo di vita. È stata anche la più anziana tra i senatori e senatrici a vita in carica nonché della storia repubblicana italiana.

Nata a Torino il 22 aprile 1909, negli anni Cinquanta le sue ricerche la portarono alla scoperta e all’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa o NGF, scoperta per la quale è stata insignita nel 1986 del premio Nobel per la medicina. Insignita anche di altri premi, è stata la prima donna a essere ammessa alla Pontificia Accademia delle Scienze. Il 1º agosto 2001 è stata nominata senatrice a vita dall’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi «per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale». Era socia nazionale dell’Accademia dei Lincei per la classe delle scienze fisiche e tra i soci fondatori della Fondazione Idis-Città della Scienza.

Ecco come si descriveva qualche tempo fa: «L’assenza di complessi psicologici, la tenacia nel seguire la strada che ritenevo giusta, l’abitudine a sottovalutare gli ostacoli – un tratto che ho ereditato da mio padre – mi hanno aiutato enormemente ad affrontare le difficoltà della vita. Ai miei genitori devo anche la tendenza a guardare gli altri con simpatia e senza diffidenza».

Oltre  nel campo scientifico, Rita Levi Montalcini era impegnata anche in politica e nel sociale diventando così un vero e proprio vanto per l’Italia.