Dimissioni Papa Benedetto XVI: profezie, segreti e dichiarazioni

CronacaDimissioni Papa Benedetto XVI: profezie, segreti e dichiarazioni

Data:

benedetto XVI
DIMISSIONI PAPA BENEDETTO XVI
– Le dimissioni di Papa Ratzinger sono l’argomento scottante delle ultime ore: sparita dalla scena mediatica la campagna elettorale ed il relativo scontro tra Monti e Berlusconi; il concetto di “notiziabilità”  ha fatto si che l’abdicazione di Papa Benedetto XVI salisse in pole position dell’informazione quotidiana, a scapito della corsa al voto che in questi giorni stava tenendo banco in ogni settore dell’informazione. Tg, quotidiani, giornali online e gli immancabili social network hanno partorito una miriade di articoli di inchiesta ed approfondimento, che si basano ora su dichiarazioni di terzi, ora su segreti e profezie appena venute a galla, ora su strane coincidenze ed ipotesi di complotto.

Le shoccanti dimissioni del Papa stanno dunque monopolizzando ogni settore dell’informazione e della comunicazione e le motivazioni, oltre l’ovvia portata destabilizzante del gesto, sono molteplici. Innanzitutto c’è da valutare la strana coincidenza (forse volontaria) che colloca le dimissioni del pontefice nel giorno dell‘ 84esimo anniversario della firma dei Patti Lateranensi; in secondo luogo la notizia-bomba giunge in un momento caldo della campagna elettorale, in un clima fatto da un susseguirsi di  scontri-accuse-frecciatine-battute inappropriate (si vedano le recenti accuse di Bersani all’ex premier). Fioccano poi le “profezie” che sembra annunciassero già da tempo l’attuale gesto epocale del pontefice: si tratta del Cardinale Romeo, Arcivescovo di Palermo, il quale nel 2011 si dice abbia profetizzato la fine del pontificato di Benedetto XVI entro 12 mesi. Si parlò al’epoca di complotto in quanto la fine del pontificato sarebbe coincisa con la morte del Papa; in realtà può darsi che siano state travisate o enfatizzate le parole dell’arcivescovo e che egli si riferisse ad una “fine” senza sangue, come poi è accaduto nella realtà dei fatti.

Spunta fuori anche il nome del teologo Hans Küng, che in un’intervista al Guardian, del 5 ottobre 2012, lancia un appello ai fedeli ed ai preti stessi,incitandoli ad allontanarsi dalla gerarchia cattolica, “un sistema autoritario”, paragonato addirittura alla dittatura tedesca nazista; il teologo definì quello di Benedetto XVI un “pontificato di opportunità mancate” aggiungendo poi “ora rivoluzione dal basso per destabilizzare il papato”. Infine a parlare è Georg Ratzinger, il fratello dell’ormai ex Pontefice, il quale dichiara all’agenzia di stampa tedesca Dpa “Ero stato messo al corrente, lo sapevo da mesi”. Georg, ex maestro di cappella del coro “Domspatzen” di Ratisbona, già nel 2011 in un’intervista alla stampa tedesca aveva accennato alle difficoltà del fratello nello svolgere al meglio il suo lavoro a causa delle condizioni di salute non ottimali dovute all’età, affermando “Se non dovesse più farcela dal punto di vista delle condizione fisica mio fratello dovrebbe avere il coraggio di dimettersi”. Resta dunque, ad ora, accertato che “motivo fondamentale delle dimissioni del Papa è l’esame di coscienza sulle sue forze in rapporto al ministero da svolgere”, secondo le parole di padre Lombardi portavoce della Santa Sede. Non resta quindi che aspettare i prossimi (senza alcun dubbio celeri) risvolti della questione.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Bologna, tragico incidente stradale: morta una 27enne

Tragico incidente stradale oggi registrato nella provincia di Bologna...

Scuola, bimba si sente male: inutile la corsa in ospedale

Ha incominciato ad avvertire un malore mentre ero a...

Zelensky, disponibile a un accordo: una pace senza la Crimea

Zelensky si apre a prospettive di accordo purché la...

Roma, due sorelle anziane muoiono sole in casa

Roma. Trovate morte in casa, le due sorelle di...