Viktoria-Napoli: gli azzurri abbandonano l’Europa League

CalcioViktoria-Napoli: gli azzurri abbandonano l'Europa League

Data:

europa-leagueViktoria Plzen 2 – Napoli 0, l’arbitro fischia la fine, e ti senti ‘liberato’ da una zavorra. Perdi, sei fuori dall’Europa League, e avverti un pizzico di moderata rabbia, un po’ di incredulità, ma soprattutto liberazione! Non credo di essermi mai ‘annoiato’ tanto dinnanzi ad una partita del mio Napoli. Solo la mia componente masochista mi ha permesso di restar inchiodato dinnanzi alla tv, a vedere l’angosciante spettacolo! Usciamo da una manifestazione che salvo pochissime eccezioni, ha fruttato solo amarezze, e pessime figure. Sarebbero diversi gli spunti offerti da queste 8 partite europee. Potremmo parlare della rosa del nostro Napoli, delle scelte di Mazzarri, e spingerci oltre, magari trovando un senso a questa manifestazione, che forse, un senso non lo ha! Mi soffermo per poche righe su quest’ultimo ‘rivoluzionario’ e ‘aureliano’ concetto.

Il calcio è sempre più show e business, e pensare di poter dare spazio ad una coppa senza appeal alcuno, è non voler vedere la realtà! Avrebbe senso, magari per gli amanti del ‘vecchio calcio’, un ritorno alla ‘vera’ Coppa Campioni, con le sole squadre vincitrici dei rispettivi campionati, e una Coppa Uefa (o Europa League, che dir si voglia) con le migliori piazzate. Una volta creata la Champions’ League, e spettacolarizzato la vecchia e storica Coppa Campioni, forse bisognerebbe interrogarsi seriamente sull”utilità’ della coppa ‘minore’. Avrà forse ragione l’imprenditore e affarista De Laurentiis, quando propone un’unica manifestazione europea, con le prime classificate, e l’abolizione dell’Europa League. Per certi aspetti vado contro i miei ‘principi’, ma davvero questa coppa non ha appeal, e non lo scrivo ora dopo questa strana eliminazione. Pensandoci bene questa coppa appare essere il ‘contentino’ da dare alle federazioni in crescita, in particolare dell’est europeo, o a quelle squadre impossibilitate ad entrare nel novero del calcio che conta.

Un partita del girone di Champions’ è estremamente più coinvolgente, emozionante, intrigante, di una qualsiasi partita di questa coppa, senza contare l’aspetto pecuniario, e senza contare la differenza tra le due musichette! Considerazioni personali, dopo uno strazio durato 180 minuti. E, se all’andata non avevo ben compreso il valore dei cechi, nostri avversari, al ritorno, dinnanzi al televisore, ho potuto constatare il valore scadente di questi onesti, fastidiosi e antipatici mestieranti. Appare davvero illogico, assurdo, non tanto l’eliminazione, ma l’aver beccato 5 reti, non averne fatta neanche una, e aver creato poco o nulla, nonostante in campo fossero scesi, chi più, chi meno, un po’ tutti i nostri big. Ecco, forse il punto su cui riflettere, e su cui porre attenzione è l’aver smarrito la via della rete. Se non segnano Cavani e Marek, qualche problema c’è.

Oltre alla via della rete, le ultime tre prestazioni, segnalano anche una difficoltà a creare occasioni da rete. Spesso ci si lamentava delle tante occasioni non sfruttate, o di quelle possibili occasioni, sciupate per un passaggio. Gli ultimi 270 minuti non consentono una simile lamentela. La speranza nasce dal constatare, che di queste 3 partite, 2 erano di una coppa, che giusto o sbagliato che sia, la società e la squadra, hanno onorato poco, o nulla. Ora con le due coppe(tte) abbandonate, non ci resta che pensare al campionato. Ora nessun alibi: pedalare, giocare, e possibilmente … vincere!

Le pagelle:

Difficile farle. Tutti hanno giocato male, ma è pur vero che non si riescono a quantificare diversi fattori, che hanno potuto pesare nel computo delle due partite:

fattore mentale e con esso la giusta ‘predisposizione’ al match

fattore fisico e con esso un ritmo sempre basso, lento, monotono, noioso!

fattore c… se avessimo giocato per 2 giorni, non avremmo segnato. Come se una ‘cappa’ incombesse sul nostro Napoli. Resta da capire, quanto quella cappa sia ‘autoprodotta’, quanto cioè, sia frutto della nostra volontà, e quanto sia ‘naturale’ e indesiderata!

Ci proviamo lo stesso:

De Sanctis: Se inizia a far male anche nei pali, son guai! Voto 4

Rolando: Prestazione appena sufficiente, nell’inedita difesa a 4 presentata da Mazzarri, in terra ceca. Voto 5+

Gamberini: Nervoso, impacciato, non il solito difensore attento e risoluto. Voto 5-

Zuniga: Fare peggio dell’andata era impossibile, ci ha provato, riuscendoci quasi! Voto 4,5

Maggio: Fa quasi rimpiangere Mesto. Cristian riprenditi! Voto 4-

Donadel: Dispiace, ma sembra non averne, sarà forse una questione di stimoli… Voto 3

Behrami: La sua peggiore partita con la nostra maglia, falloso, ma come sempre ci mette grinta. Voto 5

Dzemaili: Inconcludente, sbaglia molti passaggi. Ti chiedi come possa in talune circostanze offrire prestazioni sufficienti. Voto 4

Insigne: È l’unico che tira e impegna il loro portiere. Troppo spesso si incarta e appare poco decisivo. Voto 5

Calaiò: Avrà toccato 10 palloni? Vai arciere, ti aspettiamo! Voto 4

Pandev: Lento e macchinoso come suo solito, ci prova con scarso successo. Voto 5-

Subentrati:

Cavani: Perché? E soprattutto dove sei? Torna subitissimo! Sei fondamentale. N.G.

Inler: Anche per lui inutile ingresso. N.G.

Cannavaro: Come per Matador e per lo svizzero. N.G.

Mazzarri: Le sostituzioni erano inutili. Coraggioso (!) nel proporre una difesa a 4, lascia un centrocampo privo di gente che ‘sa giocare’; è anche vero che, dopo Inler, questo ‘genere’ di giocatore in rosa è merce rara. Voto: Pensiamo a lunedì!

Arbitro: Il migliore, l’unico degno di una partita europea (per quanto dell’Europa minore!). Voto 7

Viktoria Plzen: Mah. Resterà una sorta di mistero, squadra sostanzialmente scadente, molto ordinata, attenta, fortunata, e determinata. Da prendere subito il loro numero 10…

 

 

 

 

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

È morto Nenè, Claudio Olinto De Carvalho il campione del Cagliari calcio

È lutto per il calcio italiano. È morto uno...

Morti due giovani calciatori sloveni del Maribor in un incidente stradale

Avevano appena finito gli allenamenti di calcio e stavano...

Gonzalo Higuain e le prime foto con la sciarpa della Juventus

I napoletani delusissimi, i tifosi juventino non sembrano chissà quanto...

Euro 2016: bambino portoghese consola tifoso francese

Il video è diventato viralissimo in men che non...