Firenze, il turista vandalo stacca il dito a ‘Il ratto di Polisenna’

CronacaFirenze, il turista vandalo stacca il dito a 'Il ratto di Polisenna'

Data:

il-ratto-di-polisenna-amputato-del-dito-firenze-piazza-della-signoria

L’episodio è accaduto a Firenze, e si tratta dell’ennesimo atto vandalico a scapito di una scultura sita in nella Loggia dei Lanzi, in piazza della Signoria. Protagonista di questa vicenda non è certo un italiano. Stavolta si tratta di un turista inglese, che ha ben pensato di amputare il dito indice di una scultura di Pio Fedi: ‘Il ratto di Polisenna‘. Tali dita sono state diverse volte bersaglio di vandali e infatti, la riproduzione odierna, è caratterizzata da continue integrazioni e rifacimenti (l’ultimo nell’ottobre del 2012, proprio allo stesso dito indice).

Tuttavia, dopo l’accaduto, una vigilante della Sipro in servizio presso la Loggia, ha avvertito i Vigili Urbani, fornendo loro precise indicazioni relative al responsabile di questo gesto. Tali informazioni si sono rivelate utili per di identificare l’autrice dell’atto vandalico. Nel frattempo, la direzione degli Uffizi ha dato subito mandato al restauratore Alberto Casciani per riparare il danno, intervenuto in maniera repentina per riattaccare il dito. L’operazione è stata molto veloce grazie alle ‘precauzioni‘ precedentemente adottate. Infatti per la paura che un episodio del genere si ripetesse, lo scorso mese, era stato inserito un piccolo perno ligneo tra il dito e la mano, un accorgimento che si è rivelato utile per evitare danni ulteriori al marmo.

ratto-di-polisenna-pio-fedi-firenzeLa scultura realizzata da Pio Fedi è considerata una delle più significative opere della scultura ottocentesca italiana, tanto che le è stata assegnato un posto di eccellenza proprio in Piazza della Signoria a Firenze, l’unica opera dell’età contemporanea in un’area diventata la culla dell’arte rinascimentale.
Scolpita tra il 1855 e il 1865, il gruppo scultoreo rappresenta Polisenna mentre viene rapita da Pirro come sacrificio in previsione della partenza delle navi greche per il ritorno dalla guerra di Troia. La violenza di questo atto sembra quasi reale grazie all’evidente tensione degli arti, e soprattutto dalla volontà dell’artista di voler sottolineare l’uccisione del fratello di Polisenna, Polidoro, caduto per difendere la sorella. E il braccio alzato di Pirro con la spada impugnata indica il gesto che sta per compiere uccidendo anche la madre della stessa Polisenna, Ecuba, che cerca di trattenerlo.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Bologna, tragico incidente stradale: morta una 27enne

Tragico incidente stradale oggi registrato nella provincia di Bologna...

Scuola, bimba si sente male: inutile la corsa in ospedale

Ha incominciato ad avvertire un malore mentre ero a...

Zelensky, disponibile a un accordo: una pace senza la Crimea

Zelensky si apre a prospettive di accordo purché la...

Roma, due sorelle anziane muoiono sole in casa

Roma. Trovate morte in casa, le due sorelle di...