Marco Masini e la sua esperienza a ‘I migliori anni’ (ESCLUSIVA)

spettacoloMarco Masini e la sua esperienza a 'I migliori anni' (ESCLUSIVA)

Data:

marco-masini-i-migliori-anni-2013

Marco Masini, dal 19 gennaio, è uno dei protagonisti del varietà condotto da Carlo Conti ‘I migliori anni’, in onda ogni sabato sera su Rai Uno. La redazione di news 24h ha intervistato il cantante di Firenze che ha raccontato la sua esperienza al programma e i suoi progetti futuri. E’ questa una nuova avventura televisiva che ha consentito agli artisti protagonisti di rimettersi in gioco e confermare la loro professionalità. Il cantautore fiorentino (a questo punto anche interprete, ndr) sta infatti riscuotendo un enorme successo e con la sua voce sensuale, spesso risulta essere il favorito grazie al televoto: 100 ragazzi in studio (25%), la demoscopica dalla sede di Napoli (25%) e i telespettatori da casa (50%) che possono scegliere il loro preferito tramite il sito web del programma e i social network.

Quest’anno hai deciso di partecipare a ‘I migliori anni’, il programma condotto da Carlo Conti. Come ti senti a reinterpretare i brani del passato?

Il passato non si può cancellare. Reinterpretare dei brani che hanno fatto la storia è gratificante, mi riempie di orgoglio perché sono canzoni importanti.

Quale canzone che hai interpretato a ‘I migliori anni’ ti ha emozionato di più?

Ma tutte guarda, non faccio distinzioni perché ognuna riguarda un anno, riguarda un periodo particolare e quindi riguarda in un certo senso la mia vita perché quando uscì quella canzone magari stavo facendo determinate cose. Ogni canzone ricorda un momento della nostra vita. Non credo ci siano momenti meno importanti di altri. Nel bene o nel male la vita ha sempre momenti importanti. Anche un semplice caffè preso al bar può esserlo.

C’è qualche canzone che ti piacerebbe interpretare alla trasmissione ‘I migliori anni’?

Le canzoni da interpretare sono tantissime. Alcune mi stanno di più addosso, altre di meno. Io ho sempre cercato di scegliere canzoni che potessero vestire bene la mia voce. Se vado a fare altre canzoni magari la canzone perde di pathos e di emozioni.

C’è un periodo musicale in particolare che ti ha ispirato di più durante la tua carriera?

No, diciamo che ogni momento ti da un’ispirazione, sta a te poi cercare di trasformare questa ispirazione in musica. Ogni periodo ha un suo modo, un suo linguaggio.

Quindi la tua vita privata ha inciso sulla tua carriera?

No, assolutamente, mai. La mia vita privata non ha mai influito sulla mia carriera. Semmai è la mia carriera che ha influito sulla mia vita privata.

Ci vuoi parlare dei tuoi progetti lavorativi futuri?

Presento il mio nuovo inedito il 16 marzo. A breve uscirà il mio nuovo album che sostanzialmente è una raccolta di brani, si chiama ‘La mia storia piano e voce’ che sarebbe praticamente tutta la mia carriera musicale da ‘Disperato’ fino all’ultimo brano inedito, cercando di prendere almeno un pezzo di ogni album che ho fatto, minimo un pezzo. Alcuni album sono stati album con dei forti singoli dentro e quindi ho deciso di mettere due o tre pezzi di quell’album. Sono 15 canzoni, 2 inediti di cui uno è piano e voce come tutto il resto dell’album, alcuni brani sono in versione blues, sono ovviamente con delle versioni e arrangiamenti modificati rispetto all’originale, molto più intimo, molto più teatrale, molto più da salotto, un’atmosfera molto più colta. Invece i due inediti sono uno piano e voce, si chiama ‘Aspettami lì’ ed è un brano dedicato al problema degli extracomunitari, anche se poi è una canzone d’amore, e l’altro si chiama ‘Io ti volevo’ che è una canzone d’amore, una confessione d’amore che presenterò il 16 marzo da Carlo Conti. Quindi il singolo che sentiremo poi in radio è ‘Io ti volevo’.

E’ previsto un tour?

E’ previsto un tour che partirà il 15 aprile da Roma e arriverà fino a fine maggio. Toccherà le principali città, una quindicina di città importanti tra cui Milano, Firenze, Torino e poi stiamo mettendo ancora su le date.

Sei attivo nel panorama musicale da tantissimo tempo e sei ancora un artista affermato. Cosa pensi di questi cantanti che da un giorno all’altro spariscono dalle classifiche?

La musica purtroppo oggi brucia tutto molto più rapidamente. Hanno lasciato da una parte il ‘cantatorauto’ per lasciare spazio a questi talenti molto bravi tecnicamente ma poi non tutti riescono a supportare la loro carriera attraverso una gavetta fatta o un’esperienza o dei produttori validi e abbandonati a se stessi, quindi è normale che anche uno bravo possa essere consumato più in fretta come in questo mondo fa in tutti i settori e poi possa anche trovare delle difficoltà e rimanere a galla.

Ti piacerebbe fare cinema? E in quale genere ti cimenteresti?

Mi piacerebbe fare cinema anche se il cinema è in ribasso purtroppo perché i budget sono sempre più bassi  e finchè un produttore o un regista non mi chiama non posso fare cinema. Mi piacerebbe provare ma non ho mai provato perché non ho mai avuto nessuna proposta.

Manderesti un saluto per i nostri lettori di news 24h?

Un saluto a tutti gli amici lettori del giornale news 24h da Marco Masini un abbraccio ci vediamo in tour dal 15 aprile.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Lutto per Silvia Toffanin: addio all’amata mamma

Lutto per Silvia Toffanin. È morta oggi la madre,...

“Boss in Incognito”, buona la prima: ci fa emozionare con Crik Crok

La Crik Crok, che secondo noi produce snack salati...

Emma Marrone a Verissimo: la Toffanin pende dalle sue labbra

Emma Marrone ospite a Verissimo, si è lasciata andare...

Amici Vip: Hunziker al comando e tra i concorrenti la Torrisi e la Laurito

Ormai le reti Mediaset vivono esclusivamente nel mondo poco...