Povia e la sua esperienza a ‘I migliori anni’ (ESCLUSIVA)

spettacoloprogrammi tvPovia e la sua esperienza a 'I migliori anni' (ESCLUSIVA)

Data:

povia-i-milgiori-anni-2013

Giuseppe Povia, in arte semplicemente POVIA, dal 19 gennaio è uno dei protagonisti del varietà condotto da Carlo Conti ‘I migliori anni’, in onda ogni sabato sera su Rai Uno. La redazione di news 24h ha intervistato il cantautore milanese che ha  raccontato i suoi progetti futuri spiegando con sincero trasporto, la sua esperienza al programma. Per tutti gli artisti, questa de ‘I migliori anni‘ è una nuova avventura che ha permesso loro di rimettersi in gioco, confermando o accentuando la loro professionalità. Povia, già protagonista nel panorama musicale italiano, sta riscuotendo un grande successo e per lui ci sono enormi rivalutazioni da parte del pubblico. Attraverso la sua anima sensibile, molto attento a tematiche sociali, il cantautore si è aggiudicato già alcune vittorie all’interno del varietà, ed è sorprendente percepire la sua capacità di cucirsi addosso le canzoni d’amore come se fossero una seconda pelle. D’altronde fu lui che disse ‘Evviva i pazzi che hanno capito cos’è l’amore…’

Ci racconti la tua esperienza al programma  ‘I Migliori Anni’?

L’esperienza a ‘I migliori anni’ è ottima, mi sto divertendo un sacco, guarda. Mi ha dato tanta visibilità. La gente mi riconosce di più, sto facendo un sacco di giornali e tanta televisione . Era un anno e mezzo che avevo deciso di togliermi dalla televisione per portare in giro uno spettacolo cantautorale, chitarra e voce, e quando Carlo mi ha chiesto di ritornare gli ho detto ok, perché mi piace molto il format,  è una delle poche trasmissioni che parla di musica in Italia. E poi con il compromesso artistico, anche simpatico, che potessi cantare tutte canzoni cantautorali proprio perché porto in giro questo discorso . Infatti mi ha permesso di scegliere, ha detto scegli le canzoni che vuoi, basta che siano per il pubblico di rai 1, un pubblico popolare.

Siamo abituati a sentirti cantare canzoni che hanno per tema problemi sociali, in trasmissione hai cantato canzoni d’amore. Quali tra le canzoni cantate ti ha emozionato maggiormente?

Di solito sono etichettato come quello che tratta tematiche sociali ma se poi si rivedono bene tutti i miei brani a me piace molto parlare d’amore. Al programma ho scelto ‘La donna cannone’ di De Gregori, ‘La cura’ di Battiato, ‘Amico’ di Renato Zero, ‘Tanta voglia di lei’ dei Pooh , ‘Mi ritorni in mente’ di Battisti. Ho scelto dei brani cantautorali che hanno fatto la storia anche perché li ho sempre cantati e perché comunque mi hanno formato artisticamente. Mi hanno emozionato tutte. Per esempio ‘La donna cannone’ perché mi ricordo che ai tempi, il mio ex produttore Giancarlo Bigazzi incontrò De Gregori e De Gregori gli disse: ‘cavolo con questo pezzo qualcuno mi ha criticato dicendo che offendevo le persone obese’ invece la donna cannone è diventata un successo mostruoso. L’ho cantata per quello e anche perché è un grande! È un pezzo che entra dentro l’anima. Poi ancora, ho cantato ‘La cura’ di Battiato perché la prima volta che l’ho ascoltata ero all’isola d’Elba , ero davanti al tramonto delle 19, 19.30 quando non c’è più nessuno in spiaggia e il bar del lido, ‘La baia del sole’ lì a Capoliveri, ha cominciato trasmetterla e mi sono soffermato sul mare calmo ad ascoltare le parole di questa canzone, mi sono messo a piangere e ho detto ‘un domani se avessi un figlio gli vorrei dedicare questa canzone’. Ed è sempre stato il mio sogno farlo e infatti l’ho fatto. L’ho dedicato addirittura a due bimbe non una. ‘Ti proteggerò dalle paure e dalle ipocondrie dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via’, sono parole d’amore bellissime, è tutto quello che una persona vorrebbe dalla persona che ha accanto.

Secondo te chi sarà il vincitore di questa edizione? Chi merita di vincere?

Ehm, non saprei dipende dal televoto! Io ho vinto due volte, poi ha vinto  tre volte Masini… Marco è quello che indubbiamente ha più successi di tutti nella storia della sua carriera quindi ha un seguito più grosso, sicuramente vincerà lui però ma mi piacerebbe anche che vincesse Alexia perché se lo merita, è una persona meravigliosa oltre ad essere un artista fantastica.

Ci descrivi l’aria che si respira in trasmissione e il tuo rapporto con i componenti del cast e il conduttore?

Con Carlo Conti c’è un rapporto di massima stima, lui mi conosce dal 2005 ci siamo sempre incrociati in varie manifestazioni e poi quando mi ha chiesto di andare a ‘I migliori anni’ , sono stato felice di questa considerazione perché comunque è una delle poche trasmissioni in cui si parla di musica pulita, una trasmissione senza polemiche, bella, fatta bene. Il rapporto con i ragazzi del cast è di festa perché alla fine non è una gara, non ci sono gli inediti, non è Sanremo. Si racconta la musica. Carlo ha voluto mettere questa sorta di Canzonissima per dare un pizzico in più alla trasmissione ma noi ci divertiamo tutta la serata perché Carlo non ti lascia mai momenti di vuoto, capito? Ogni ingrediente che metto dentro non è a caso : la macchina storica che entra , poi arriva Nino Frassica che a me è tanto simpatico o arriva il personaggio del momento tipo Lino Banfi sabato sera , ti passa la serata, ti scorre molto bene come trasmissione. Insomma per me Carlo, insieme a Bonolis, è uno dei conduttori più forti d’Italia!

Come mai quest’anno non hai partecipato al Festival di Sanremo?

Non partecipo da un pò di tempo, più che altro gestendomi da solo senti che aria tira verso settembre e aveva capito che quest’anno, con  Fazio, non era il Sanremo giusto per me. Chiaramente, come faccio ogni anno, avevo chiesto se c’era interesse verso Povia e non c’era. Che poi doveva essere un Sanremo diverso ma io tutta questa novità non l’ho vista, sinceramente. Anche io se fossi un conduttore vorrei scegliere chi avere sul mio palcoscenico ma comunque avevo già deciso di non presentarmi.

Hai presentato il tuo nuovo singolo ‘Siamo Italiani’. Ci parli dei tuoi progetti futuri e del tour in programma?

Il brano ‘Siamo Italiani’ l’ho presentato alla prima puntata del programma. La canzone tratta del sapersi sempre risollevare anche nei momenti difficili, come questo che stiamo vivendo. L’italia non è solo negatività, abbiamo tante bellissime cose. Il mio tour partirà il 6 aprile dalla Stazione Birra a Roma e si chiama ‘Siamo italiani tour 2013’. Toccherà tutta Italia fino ad ottobre. Poi seguirà un tour cantautorale, chitarra e voce.

Manderesti un saluto ai nostri lettori?

Un saluto e un abbraccione a tutti i lettori di News 24!

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Lutto per Silvia Toffanin: addio all’amata mamma

Lutto per Silvia Toffanin. È morta oggi la madre,...

“Boss in Incognito”, buona la prima: ci fa emozionare con Crik Crok

La Crik Crok, che secondo noi produce snack salati...

Emma Marrone a Verissimo: la Toffanin pende dalle sue labbra

Emma Marrone ospite a Verissimo, si è lasciata andare...

Amici Vip: Hunziker al comando e tra i concorrenti la Torrisi e la Laurito

Ormai le reti Mediaset vivono esclusivamente nel mondo poco...