Ilva Taranto: oggi decreto per commissariamento temporaneo

CronacaIlva Taranto: oggi decreto per commissariamento temporaneo

Data:

Ilva

Oggi alle ore 15:00 a Palazzo Chigi Consiglio dei ministri straordinario per l’Ilva di Taranto, la nota azienda siderurgica che si trova al centro di un dibattito per l’impatto ambientale causato dalle sue emissioni ritenute inquinanti. Una riunione finalizzata al raggiungimento degli obiettivi necessari, “al massimo dieci minuti per un decreto che preveda un commissariamento temporaneo dell’Ilva, che consentirà di gestire l’azienda attuando l’Aia”. Questo è quanto ha stamane dichiarato il Ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato, nell’Aula della Camera. Si tratta in effetti di un decreto che è già stato definito e che prevede ‘‘la sospensione dei poteri degli organi societari e la nomina del commissario. Al termine di questa fase di gestione eccezionale e straordinaria potranno essere ricostituiti gli ordinari organi di amministrazione restituendo alla proprietà i suoi poteri. Nessuna anticipazione su chi possa essere il commissario, visto che la decisione, spetta al Consiglio dei ministri’‘, ha quindi aggiunto Zanonato.

E’ senza dubbio un appuntamento importante quello di oggi perchè, come ha sottolineato il ministro Zanonato, dalle decisioni che verranno prese sull’Ilva ”dipende il futuro della siderurgia italiana e più in generale la credibilità del nostro Paese’‘. Il ministro ha commentato l’attuale situazione in maniera piuttosto chiara:Siamo consapevoli che il risanamento non può essere condotto con la necessaria convinzione da chi ha determinato l’allarme ambientale di cui stiamo discutendo e che mette a rischio tante persone”. La chiusura dell ‘Ilva di Tarantoavrebbe un impatto economico negativo per 8 miliardi di euro annui e gli investimenti pur realizzati in questi anni non sono stati sufficienti a riequilibrare il rapporto tra produzione, salute e ambiente” se si considerano le “disposizioni totalmente o parzialmente disattese dall’azienda”.

L’Ilva di Taranto è un polo dell’industria siderurgica molto importante, è infatti uno dei principali in Europa per cui la sua chiusura avrebbe conseguenze gravi per il territorio e l’economia nazionale. L’importanza strategica dell’azienda tuttavia  ”non può far venire meno gli obblighi di tutela ambientale”. Il governo, quindi ‘tende ad adottare tutte le operazioni utili a salvare l’ambiente nella consapevolezza che l’interruzione della produzione peggiorerebbe la situazione rendendo impossibile la bonifica dei siti inquinati. Ciò che insomma il governo si ripromette di fare è assicurare la continuità del processo produttivo operando contemporaneamente per la bonifica ed il sostegno ambientale.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Bologna, tragico incidente stradale: morta una 27enne

Tragico incidente stradale oggi registrato nella provincia di Bologna...

Scuola, bimba si sente male: inutile la corsa in ospedale

Ha incominciato ad avvertire un malore mentre ero a...

Zelensky, disponibile a un accordo: una pace senza la Crimea

Zelensky si apre a prospettive di accordo purché la...

Roma, due sorelle anziane muoiono sole in casa

Roma. Trovate morte in casa, le due sorelle di...