Incidente A4, Nicola muore a un passo dal realizzare il proprio sogno

CronacaIncidente A4, Nicola muore a un passo dal realizzare il proprio sogno

Data:

AUTOSTRADA A4 DIREZIONE VENEZIA . INCIDENTE MORTALE.

INCIDENTE A4 – Voleva cambiare vita, ci stava riuscendo ma il destino non lo ha reso possibile. Nicola Faggian, 37enne, è da quando aveva 20 anni che lavorava in un’autocisterna costretto a guidare tir tutto il giorno. Quella vita gli stava stretta da un po’ visto che voleva vivere solo di musica. Un talento innato per la batteria e insieme al suo gruppo era riuscito ad ottenere un contratto serio da una casa discografica che avrebbe lanciato il loro primo album.

Il fato crudele ha deciso che ieri, per Nicola, sarebbe stato l’ultimo giorno della sua vita e a un passo dalla realizzazione del proprio sogno ha dovuto dire addio ad ogni speranza, alla speranza della ‘vita’ stessa.

«Due giorni fa Nicola mi ha detto: “Ehi Franci quanto manca all’uscita dell’album, perché non ce la faccio più con il camion”». A raccogliere la confidenza era stato Francesco Payne Malvolti, voce del gruppo “Stazione Centrale” che conosceva Nicola da quando erano ragazzi. Era stato Francesco a coinvolgere Nicola un anno fa nell’avventura di questo gruppo fiorentino che ora ha fatto il salto di qualità. Con un manager serio come Francois Pirelli del giro dei Litfiba, l’uscita dell’album era sicuro. «Purtroppo non riesco ancora a credere di aver perso uno dei migliori amici di tutta la mia vita, una persona che aveva cuore in “avanzo” per tutti – dice Francesco -. Sempre disponibile, sempre il primo ad arrivare in studio di registrazione e l’ultimo ad uscire. Un artista vero, con un’umiltà fuor dal comune. La vita è così, lui lo sapeva e se ne è andato credendo nel suo più grande progetto, il successo con il suo gruppo. Un imprenditore che guidava giorno e notte per riuscire a far uscire poi il suo primo grande album. Sono sicuro che non aveva rimpianti, chi se ne va così oggi ha già vinto». L’uomo viveva ad Asseggiano, in viale Jacopone da Todi, con la madre vedova. Lascia anche la sorella con nipotino e la sua fidanzata.

L’INCIDENTE – L’autocisterna del Cam di Marghera piomba contro un autoarticolato che lo precede chiudendo un tamponamento a catena che aveva appena coinvolto altri camion ed auto. Non si registrano altri morti se non due feriti non gravi. L’unica vittima è stata proprio Nicola Faggian: quando gli operatori del 118 sono intervenuti l’uomo respirava ancora ma riportava una profonda ferita alla testa e intrappolato fra il volante e il cruscotto non sono riusciti ad estrarlo subito. L’urto, disintegrando la cabina, non ha permesso ai vigili di estrarre immediatamente il corpo che è tuttavia ha esalato il suo ultimo respiro poco dopo lo schianto.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Bologna, tragico incidente stradale: morta una 27enne

Tragico incidente stradale oggi registrato nella provincia di Bologna...

Scuola, bimba si sente male: inutile la corsa in ospedale

Ha incominciato ad avvertire un malore mentre ero a...

Zelensky, disponibile a un accordo: una pace senza la Crimea

Zelensky si apre a prospettive di accordo purché la...

Roma, due sorelle anziane muoiono sole in casa

Roma. Trovate morte in casa, le due sorelle di...