Marsiglia-Napoli: Gli azzurri volano in vetta

PRIMO PIANOMarsiglia-Napoli: Gli azzurri volano in vetta

Data:

napoli

NAPOLI – Il Napoli rialza la testa e batte l’Olympique Marsiglia, agli azzurri bastano le reti di Callejon e Zapata (al primo goal col Napoli) per imporsi sui francesi che nel finale grazie ad un gran sinistro di André Ayew accorciano le distanze e mettono i brividi ai partenopei. Nell’altra gara del girone F il Borussia Dortmund espugna l’Emirates Stadium con egual punteggio, per effetto di tali risultati il Napoli aggancia in vetta alla classifica Borussia ed Arsenal entrambe a sei punti. Ora ad attendere gli azzurri nella prossima giornata di Champions ci sarà ancora l’OM che questa volta sarà ospite al San Paolo.

PAGELLE NAPOLI 

Reina 6 – Per gran parte del match fa semplicemente lo spettatore non pagante, è incolpevole sulla rete subita e si dimostra attento in diversi frangenti.

Maggio 6 – Si rende protagonista di una buona prestazione, gioca in maniera “cazzuta”, non fa cose trascendentali ma si fa trovare sempre pronto e recupera anche qualche pallone.

Albiol 5,5 – Non sembra brillante come al solito, in almeno tre occasioni si perde l’uomo anche se è bravo poi a recuperare. Ha bisogno di un po’ di riposo, è da due mesi che da solo tiene tutta la difesa.

Fernandez 6,5 – Ottima prestazione del centrale argentino, implacabile sulle palle alte e preciso nello smistare palla.

Armero 6 – Gioca molto basso per gran parte del match e tiene bene gli avversari che dalle sue parti non riescono a sfondare, nel finale si concede alla fase offensiva con buone giocate.

Behrami 7 – Recupera un numero incalcolabile di palloni e si concede anche qualche dribbling col brivido a centrocampo, come un gladiatore lotta in ogni centimetro di campo per ogni mezzo pallone vacante.

Inler 6,5 – Come un bel Rolex brilla a centrocampo e detta i tempi della giocata a tutta la squadra, lotta su ogni pallone e fa respirare la squadra.

Mertens 7,5 – Purtroppo per ora gli manca solo il goal, ma su quella fascia è praticamente imprendibile, il folletto belga fa impazzire i francesi con le sue serpentine. Spesso arretra il suo raggio d’azione scalando a centrocampo dove recupera tantissimi palloni, bravo soprattutto nel primo tempo a smistare palla sugli esterni con lanci illuminanti. (dal 76′ Mesto sv)

Hamsik 6,5 – Non è certo il miglior Hamsik ma è sicuramente in netta crescita rispetto alle ultime deludenti prestazioni. Nell’arco della gara regala sprazzi di gran calcio e come sempre diventa pericolosissimo con i suoi famigerati inserimenti. (dall’83’ Insigne sv)

Callejon 7 – Imposta l’azione, difende, rifinisce e conclude, è l’uomo ovunque di questo Napoli. Ha l’enorme merito di sbloccare la gara con un goal delizioso, cresce col passare dei minuti e gioca bene indifferentemente su entrambe le fasce.

Higuain 5.5 – La pipita è ancora troppo opaca e passa dalla poesia dell’assist per il goal di Callejon al gesto prosaico nell’occasione del tu per tu con Mandanda quando cestina una facile rete. Il ragazzo è ancora lontano dalla forma migliore ma il piede c’è, si spera possa ritornare a brillare nel più breve tempo possibile (dal 60′ Zapata 6,5 – Entra bene in partita e realizza un gran goal che mette il Napoli con le spalle al sicuro, tanta corsa e tante sponde, questo diamante inizia “forse” a vedersi).

Benitez 7 – Il suo Napoli comanda il match dal primo all’ultimo minuto anche se come sempre pecca un po’ di narcisismo e non riesce a trovare la terza rete. Indovinato l’inserimento di Zapata a gara in corsa che trova il 2-0.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Governo Draghi: ipotesi scioglimento Forza Nuova

Si fa avanti una nuova ipotesi sul tavolo di...

Green Pass obbligatorio? Come e dove

In queste ore il governo sta varando regole per...

Papa Francesco: “Il chiacchiericcio è una peste peggio del Covid”

Non è la prima volta che Papa Francesco torna...

Donald Trump: ok alla trivellazione del Rifugio Artico protetto da 60 anni

Un'area tutelata in maniera rigida da 60 anni, che...