Berlusconi:”Miei figli come ebrei sotto regime Hitler”, scoppia bufera

PoliticaBerlusconi:"Miei figli come ebrei sotto regime Hitler", scoppia bufera

Data:

berlusconi-miei-figli-come-ebrei

Silvio Berlusconi continua a far parlare di sè. “I miei figli dicono di sentirsi come dovevano sentirsi le famiglie ebree in Germania durante il regime di Hitler. Abbiamo davvero tutti addosso…“. Queste le parole di Silvio Berlusconi che hanno fatto scalpore suscitando un’enorme polemica. Il Cavaliere ha detto ciò in un’anticipazione del nuovo libro di Bruno Vespa “Sale, zucchero e caffe” in risposta ad una domanda postagli da Vespa sulla veridicità della richiesta avanzata da parte dei figli al leader del Pdl di vendere tutto e di andare via dopo la condanna per frode fiscale nell’ambito del processo Mediaset.

Alla diffusione di tale affermazione la prima ad arrivare è stata la reazione della comunità ebraica romana. Pacifici parlando a Sky Tg24 ha detto: Non credo che Berlusconi debba scuse agli ebrei ma semmai a sè stesso. Forse sarebbe più interessante sentire direttamente i figli, come si sentono dopo questo paragone“. Pezzetti, storico dell’ebraismo e direttore della Fondazione per il Museo della Shoah ha detto: “Dio mio no…. Ma come si fa a dire una cosa simile, una stupidità del genere“. Tanti dopo questo sono stati i commenti tra lo stupore di tutti. Reazioni anche sul fronte politico. Il Pd impazza condannando le parole del Cavaliere. Berlusconi ha perso completamente il senso della misura. Da 20 anni ci racconta la favola della persecuzione e oggi, anzichè chiedere scusa agli italiani per la condanna per frode fiscale, si avventura in un paragone agghiacciante con una tragedia quale l’Olocausto” commenta il responsabile della Giustizia del Pd, Danilo Leva. Ancora Nichi Vendola definisce il paragone fatto dal Cavaliere “agghiacciante“.

Berlusconi intanto si difende: “Una polemica smaccatamente strumentale su una frase estrapolata da un ampio contesto. La mia storia, la mia amicizia verso Israele, la mia coerente azione di governo sul piano internazionale in favore dello Stato di Israele, non consentono alcun dubbio sulla mia consapevolezza della tragedia dell’Olocausto e sul mio rispetto del popolo ebraico“. Secondo il Cavaliere si tratterebbe ancora una volta di un fraintendimento, di una polemica basata solo sulla voluta strumentalizzazione distorta di una frase che egli ha pronunciato.

La reazione del Pd di fronte a un semplice stato d’animo del presidente Berlusconi e’ non solo esagerata e strumentale, ma dimostra che nei suoi confronti c’e’ un incredibile accanimento da parte della sinistra, pronta a pesare ogni sua parola per farne motivo di scandalo, e quindi quanto fosse fondato il suo sfogo. Sembra quasi che nel Partito Democratico abbiano una coda di paglia bella lungaha dichiarato Luca d’Alessandro, segretario della commissione Giustizia della Camera.

 

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Governo Draghi: ipotesi scioglimento Forza Nuova

Si fa avanti una nuova ipotesi sul tavolo di...

Green Pass obbligatorio? Come e dove

In queste ore il governo sta varando regole per...

Papa Francesco: “Il chiacchiericcio è una peste peggio del Covid”

Non è la prima volta che Papa Francesco torna...

Donald Trump: ok alla trivellazione del Rifugio Artico protetto da 60 anni

Un'area tutelata in maniera rigida da 60 anni, che...