Giulia Innocenzi bocciata all’esame di giornalista

Giulia Innocenzi, la ventinovenne collega di Michele Santoro a Servizio Pubblico, e anche collaboratrice de Il Fatto Quotidiano, non ha superato la prova scritta dell’esame per accedere all’albo dei giornalisti professionisti. La notizia, nonostante non sia poi così rilevante, sta rimbalzando ormai in tutta la rete, generando numerose critiche soprattutto dai nemici di Santoro e Travaglio, i quali sono stati definiti “cattivi maestri“.

Giulia Innocenzi ha replicato su Facebook: “Ci sono persone che si alimentano solo dei misfatti degli altri. Ragionano così: a me va di m…, a te deve andare peggio. Queste persone mi fanno pena, perché sono povere. E anche con tutto l’oro del mondo non si arricchirebbero di certo. Rimarranno sempre dei poracci“.

Molte famose firme del giornalismo si sono schierate dalla parte di Giulia Innocenzi, in prima linea Pierluigi Battista e Luca Telese, che fanno ritornare a galla il problema dell’utilità degli albi professionali: saranno liberalizzati i settori? Il Parlamento ha sempre evitato di risolvere la questione.