Nuova tassa su smartphone e tablet

Il 2014 si aprirà con un nuovo emendamento che fa parte della legge di stabilità, che impone una nuova tassa: un aumento della tassa Siae sui dispositivi dotati di memoria, come smartphone e tablet. La ragione principale della nuova tassazione sugli smartphone è dovuta al fatto che gli italiani continuano ad utilizzare tali dispositivi in modo illecito (ad esempio scaricando materiale pirata); pertanto, la SIAE si troverebbe costretta a coprire i mancati introiti, facendo pagare a tutti l’Equo compenso.

tablet-pc-528464_1280-660x400

L’aumento dell’imposta sarà del 70% e potrebbe ripercuotersi anche sul costo dei dispositivi mobili: una tassa che si basa sul “potenziale” utilizzo del proprio telefono cellulare. Messa sotto accusa la Siae, che userebbe il pretesto della pirateria musicale e cinematografica per riempirsi sensibilmente le tasche a partire dai prossimi mesi.