Papa Francesco aiuta un uomo pronto a vendersi un rene per soldi

CronacaPapa Francesco aiuta un uomo pronto a vendersi un rene per soldi

Data:

papa-francesco-aiuta-un-uomo-e-gli-manda-un-assegnoPAPA FRANCESCO – E’ davvero questo un Papa che risponde alle lettere dei più bisognosi e chiama a chi ha il bisogno di sentire una voce amica e caritatevole. Stavolta si tratta della storia dei coniugi Raimondi, dove lui, titolare di una ditta di ceramica, costretto a chiudere la sua attività nel 2003 per via della crisi, lasciando molti dipendenti senza lavoro e anche lui ovviamente. Ridotto all’elemosina è caduto nella morsa degli usurai e dallo Stato è arrivato solo un piccolo contributo. “Lo Stato – dice il signor Raimondi– mi ha dato un piccolo aiuto in base alla legge sulle vittime di usura, la Caritas mi ha pagato qualche bolletta, ma la mia situazione è molto difficile e oggi mi sono ridotto a elemosinare”. Continua a raccontare: “la tentazione di farla finita è stata forte – racconta – perchè le istituzioni mi hanno abbandonato. Sono stato isolato, ma tornando indietro farei esattamente ciò che ho fatto, perchè è una questione di dignità e di onore”.

Tuttavia, ad un certo punto, la famiglia Raimondi, con un figlio gravemente malato, si è vista in un punto di non ritorno, così, la moglie ha deciso di scrivere una lettera accorata a Papa Francesco. Ben undici pagine in cui spiegava la sua invivibile quotidianità. E così il 4 dicembre arriva una lettera da parte del pontefice con un assegno da 1000 euro. Una nuova speranza si è riaccesa nel cuore dei Raimondi, peccato però che la burocrazia, ancora una volta, abbia messo il suo zampino e non è stato possibile incassare la cifra in nessun ufficio postale: per ricevere i soldi l’assegno doveva essere versato su un conto corrente, che loro non hanno, oppure andare a Roma alla filiale che lo ha emesso. Ma la soluzione è arrivata dal Vaticano stesso: l’Elemosineria Vaticana emetterà un vaglia postale. Così l’artigiano: “La burocrazia si è messa di mezzo ma il gesto del Santo padre ha commosso me e mia moglie. Abbiamo pianto quando abbiamo ricevuto la sua lettera. Ha risposto al nostro appello la persona più solidale, in grado di capire la disperazione della povera gente. Era una cosa impensabile, ma è accaduta”. Miracoli del genere non se ne vedono tutti i giorni anche se siamo convinti che lo Stato Pontificio (e non solo il Papa) potrebbero fare molto di più per tutti.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Bologna, tragico incidente stradale: morta una 27enne

Tragico incidente stradale oggi registrato nella provincia di Bologna...

Scuola, bimba si sente male: inutile la corsa in ospedale

Ha incominciato ad avvertire un malore mentre ero a...

Zelensky, disponibile a un accordo: una pace senza la Crimea

Zelensky si apre a prospettive di accordo purché la...

Roma, due sorelle anziane muoiono sole in casa

Roma. Trovate morte in casa, le due sorelle di...