Esame del sangue svela in anticipo il formarsi del cancro al polmone

ScienzemedicinaEsame del sangue svela in anticipo il formarsi del cancro al polmone

Data:

esame-del-sangue-test-dna

L’ultimo studio condotto dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano pubblicato sulla rivista scientifica ‘Journal of Clinical Oncology (JCO), fa riferimento ad un test che sarebbe in grado di individuare, nei grandi fumatori, il rischio di un tumore ai polmoni fino a due anni prima. Il test si basa su un semplice esame del sangue, l’analisi di microRNA circolanti, in grado di ridurre in modo significativo la percentuali di falsi positivi ottenuti con la TAC spirale, che è l`indagine radiologica suggerita per la diagnosi precoce del tumore al polmone nei forti fumatori.

I risultati, sottolineano gli esperti, “hanno dimostrato un’alta sensibilità e la capacità di individuare il tumore al polmone fino a due anni prima”. Presentati l’8 gennaio a San Diego, California, alla conferenza dell’Associazione Americana per la Ricerca sul Cancro e dell’Associazione Internazionale per lo Studio del Tumore al Polmone intitolato “Origini Molecolari del Tumore al Polmone” da Gabriella Sozzi, Direttore dell’Unità di Genetica Tumorale dell’Istituto Nazionale dei Tumori. Gensignia Ltd, società londinese privata per lo sviluppo di test diagnostici molecolari, intende lanciare inizialmente il test negli Stati Uniti nel 2014.

IL CAMPIONE – Sottoposti ad analisi 939 forti fumatori, misurando un parametro chiamato “microRNA circolanti nel sangue”. I forti fumatori non presentavano la malattia (870 individui) oppure avevano gia’ un tumore al polmone (69 individui). “Il test ha dimostrato una sensibilita’ dell’87% nell’identificare il tumore al polmone. Inoltre, l’alta specificita’ del test ha ridotto dell’80% il numero dei falsi positivi individuati dalla TAC spirale che aveva identificato noduli sospetti in forti fumatori non malati di cancro polmonare”, spiega Ugo Pastorino, direttore dell’Unità Operativa di Chirurgica Toracica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

BASSA INVASIVITA’ – Conclude Gabriella Sozzi, direttore dell’Unita’ di Genetica Tumorale dell’Istituto  “Abbiamo messo a punto un test diagnostico molecolare a bassa invasivita’ per il paziente che valuta i livelli di 24 microRNA circolanti nel sangue dei fumatori e che indica la presenza del cancro polmonare. Complessivamente, i risultati del nostro studio supportano l’uso del test molecolare come strumento per migliorare l’identificazione precoce del tumore al polmone”.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Super Batterio resiste agli antibiotici: 1 morto ogni 3 secondi

Suona come l'Apocalisse ma è tutto vero. Lo studio...

Virus Zika colpisce ancora: la zanzara tigre in Emilia Romagna

Il virus Zika, volgarmente denominato zanzara tigre colpisce ancora....

Virus Zika, riscontrati 4 casi in Italia, tornavano tutti dal Brasile

I casi italiani di virus Zika si sono registrati...

Troppo zucchero danneggia la memoria del nostro cervello

Troppo zucchero danneggia il cervello, ferma la riproduzione delle cellule...