Suicida a 15 anni, sul web scriveva: “Sono brutta e obesa”

Tallulah-suicidaLONDRA – Tallulah Wilson, si suicida all’età di 15 anni lanciandosi sotto un treno. La ragazza, era incappata in un gruppo di autolesionismo sul social network ‘Tumblr‘ dove si è convinta di non valere nulla. La ragazza, si faceva del male da sola per soddisfare gli altri utenti del social network e, anche su Twitter, non faceva altro che scrivere di sentirsi brutta e obesa. La madre, una volta scoperta l’ossessione della figlia e la sua vita segreta online, le ha immediatamente cancellato l’account.

Disperata, la madre della ragazza ha accusato il web di aver spinto la figlia a togliersi la vita: “Io e le sue sorelle abbiamo fatto tutto il possibile per tenerla al sicuro, ma era stata catturata dalle grinfie di un mondo digitale tossico, dove nelle ultime settimane non riuscivamo più a raggiungerla”. La donna si è detta “scioccata dalla facilità con cui Tallulah e gli altri ragazzi possono accedere a gruppi di autolesionismo online”, e ha chiesto ai grandi marchi di ritirare le pubblicità da tutti quei siti che ospitano gruppi dove si inneggia all’autolesionismo e al suicidio.