L’amore 14 anni: “E’ la regola per essere accettate”

sesso-14-anniSe sei vergine a 14 anni sei una sfigata! E’ questo l’allarmante risultato di un’indagine condotta da ‘Il Fatto Quotidiano‘ che racconta quanto sia diffusa la convinzione che se non fai sesso a 14 anni non verrai accettata dalle coetanee. A spiegare come funzionano le cose, è Chiara (nome di fantasia), studentessa di un liceo di Milano che racconta: “All’inizio della quarta ginnasio si fa la conta. Di solito, solo tre o quattro ragazze arrivano al liceo già sverginate. La regola è che bisogna liberarsene entro l’anno successivo. Per questo, a fine estate, ci sono un sacco di noi che vanno col primo che passa, giusto per non sforare i tempi. Perché a settembre si fa il bilancio”.

Chiara, è una delle pochissime ragazze della sua classe a essere ancora vergine e ha continuato a raccontare a ‘Il Fatto Quotidiano’ che “Se sei una persona sensibile, vivi molto male il fatto di non averla ancora data. È vero: se non sei carina, se non segui la moda, vieni un po’ emarginata. Ma è il sesso l’unico argomento che tiene banco, l’unica carta d’accesso per restare nel gruppo. O sai quello di cui parli, o ti escludono per davvero. Ti trattano come una bambina, ti lasciano fuori dal gruppo, ti prendono sempre per il culo, come fossi una sfigata”.

Ai preliminari, non viene data nessuna importanza: “Se esci con un ragazzo per un paio di settimane, è normale fargli almeno una sega – spiega Chiara – Sì, lo racconti in classe, ma non è una gran notizia: nessuno si stupisce”. Non si diventa popolari nemmeno per il sesso orale: “Le mie amiche lo fanno spesso nei bagni delle discoteche, il sabato sera. Poi ci ridono su: ‘Tanto ero ubriaca’, dicono. Anche perché, quando si esce, si parte subito con i vodka-pesca o gli shot di rum e pera, quindi non ci vuole molto per perdere il controllo. L’altra scusa è che si erano fumate tre o quattro canne, che erano ‘fatte’. Ma nessuna si pente, e pochissime si ricordano anche solo il nome del ragazzo a cui hanno fatto un po**ino”.