Italia, riciclabili e flessibili: pannelli solari a portata di mano

E’ flessibile, riciclabile ed efficiente: è la nuova frontiera del fotovoltaico a portata di mano che può essere trasportato e applicato ovunque.

I nostri pannelli sono studiati per essere integrati in una miriade di applicazioni – afferma Francesco Trisolini, amministratore delegato EnEco group che li produce a Firenze – si adattano a qualunque superficie e prodotto su cui devono essere applicati. Siamo l’azienda con la maggiore esperienza al mondo nelle forniture industriali di pannelli fotovoltaici ultraleggeri e flessibili”.

A produrli è proprio una ditta fiorentina, EnEco Group, specializzata nel settore dei rinnovabili. I  nuovi pannelli possono contribuire all’autosufficienza energetica. Lo spessore e il peso ridotti sono dovuti all’assenza del vetro e della cornice. Secondo Trisolini, i nuovi pannelli “hanno un’efficienza triplicata rispetto a quelli in silicio amorfo e sono costruiti con materiali plastici completamente riciclabili”. In più, tali pannelli fotovoltaici, che variano dai 20 ai 30 watt di potenza, sono realizzati per diverse esigenze e hanno forme che variano a seconda del loro possibile utilizzo e personalizzabili dall’utente: può infatti commissionarne la forma in base ad una specifica appliczione.

Questi pannelli rispondono alle più svariate esigenze, in particolare la capacità di produrre energia in ogni condizione e offrendo la possibilità di rendere autosufficienti i diversi prodotti. Dai mezzi di trasporto al settore nautico, dall’edilizia alla bio-architettura. Un esempio di impiego è la citycar elettrica Philla, un veicolo elettrico con un’autonomia di circa 220 km realizzata in collaborazione con Regione Piemonte, Centro Ricerche Fiat, Politecnico di Torino; o ancora il prototipo di auto solare Apollo, realizzata dal Politecnico di Milano e che si è aggiudicato la Shell EcoMarathon, o ancora il sistema di ricarica delle batterie di servizio del prototipo di eco autobus realizzato da Iveco, il truck-concept Glider, un autocarro dove sono stati installati i pannelli in grado di generare fino a 2 kWh.

Energia elettrica ovunque. Per che invece vive e lavora outdoor, potrebbe diventare indispensabile, una volta provata, la Solar Power Station. È composta da un accumulatore di energia di dimensioni e peso ridotti in combinata con pannelli fotovoltaici flessibili e ipersottili.

I pannelli solari Tregoo sono caratterizzati da uno spessore decisamente ridotto (1,7 mm); richiedono interventi di manutenzione minimi e dimostrano grande resistenza agli agenti atmosferici; non temono danni causati da vibrazioni e sono costituiti da materiali plastici completamente riciclabili.

La dimensione e il peso di questi pannelli facilitano le operazioni di trasporto e di installazione. La struttura dei moduli, mono-cristallini flessibili e leggeri, consente l’applicazione dei pannelli anche su superfici curve. Inoltre, l’efficienza energetica di tali pannelli è quasi tre volte superiore a quella di altri pannelli solari fotovoltaici con caratteristiche strutturali similari. Sono pensati anche per chi è costretto a operare in condizioni di emergenza, dove risulta fondamentale la disponibilità di una fonte di energia. “Le Solar Power Station Tregoo rappresentano una rivoluzione per generare energia ovunque ed infinita”, ha dichiarato Alessandro Nosei, direttore di Tregoo. “Consentono di vivere l’esperienza del viaggio in piena sicurezza, garantendo sempre la disponibilità di una fonte per la produzione dell’energia necessaria al funzionamento degli strumenti tecnologici di supporto o per avviare gli interventi necessari in caso di emergenza”.