Accoltella al ventre la sua ex incinta: bambina salva per miracolo

Lauren-Oliver-tentato-omicidio-mentre-era-incinta

Un miracolo nella tragedia. E’ quello che è capitato ad una 26enne di Belton, North LIncolnshire, in Gran Bretagna. Il suo nome è Lauren Oliver e solo dopo aver rotto con il suo fidanzato, Nicholas, perché la tradiva, scopre di essere incinta. Tuttavia la donna non se la sente di abortire e decide di affrontare da sola la gravidanza, anche se il suo ex gli aveva chiesto più volte di uccidere il bambino che portava in grembo. Fino a quando l’uomo ha commesso il folle gesto, accoltellandola cinque volte al ventre passando poi ad una serie di calci.

Nonostante l’aggressione la donna non è morta, e mentre lui scappava, Lauren Oliver, in un mare di sangue, è riuscita a trascinarsi verso casa di un amico che l’ha portata d’urgente in ospedale. Giunti al pronto soccorso è stato necessario far partorire la donna con un cesareo di emergenza, e così è nata la piccola Harper che pesava solo un chilo e ottocento grammi. Non a caso viene definita “un piccolo miracolo”, ma la questione più difficile dovrà affrontarla la madre visto che non saprà come spiegare alla propria bambina che il padre ha tentato di uccidere entrambe: “Non so come le dirò e come si sentirà dopo aver avuto una notizia del genere”.

Ora il padre di Harpen, Nicholas, è stato arrestato e condannato a 19 anni di carcere per tentato omicidio. Intanto Lauren si è sentita confortata alla condanna, visto che quando il suo ex uscirà di galera, la sua bambina non sarà più una bambina vulnerabile.