La vita di Samantha era un film horror, incinta e violentata: l’ex la costringeva ad avere rapporti col cane

orrore-per-samantha-miller
FONTE FOTO: MIRROR
Sembrava andare tutto liscio per Samantha Miller, ma la sua storie in queste ore ha scosso il Regno Unito. Aveva conosciuto il compagno nel 2006, e dopo pochi mesi decise di andare a vivere con lui. Inizialmente andava tutto per il meglio, ma quando la 35enne rimase incinta, il suo compagno ha incominciato a maltrattarla e picchiarla.

Più che una relazione sentimentale, mi sembrava di vivere un film dell’orrore quotidianamente“. Scene agghiaccianti quelle raccontate da Samantha, partorite da una mente perversa come quella del suo ex Sean Johnstone. La loro storia si è trasformata in un incubo e la storia raccontata dalla donna hanno fatto scattare le manette per quel mostro: “Mi violentava davanti ad una webcam anche se ero incinta, se provavo a rifiutarmi mi colpiva con forti pugni sul ventre e la bambina,alla nascita, ha riportato gravi danni cerebrali. Una volta mi ha costretta ad avere rapporti intimi con il suo rottweiler e spesso mi spegneva le sigarette addosso“.

ll suo incubo, tuttavia, non è finito nemmeno con la nascita della bambina nel 2008. Quando su figlia aveva solo sei mesi decise di fuggire trovando riparo in una casa-famiglia. Poi dopo la denuncia è partito il lungo processo nel 2012 e oggi, finalmente, l’uomo è stato giudicato: dovrà scontare 17 anni e sei mesi in carcere.