Monica Scattini è morta: la toscana della commedia italiana

monica-scattini-è-morta

Monica Scattini era malata da tempo e ieri, come riporta l’Ansa, è morta in un ospedale romano. Aveva 59 anni ed è stata il volto noto della commedia all’italiana sia al cinema che in tv. L’attrice, a lungo tempo compagna di “Er Patata”, Roberto Brunetti, ha partecipato a pellicole del calibro di “Lontano da Dove”, nel 1983 le vale il Nastro d’Argento come miglior attrice non protagonista. E ancora “La famiglia” di Ettore Scola, “Tolgo il disturbo” di Dino Risi, “Parenti Serpenti” di Mario Monicelli.

Molti ruoli le sono stati affidati anche da Vanzina come in “Selvaggi” o ancora “Simpatici e antipatici” in cui indossava i panni di Nicoletta. Per Mediaset, invece, ha recitato una piccola parte in “Elisa di Rivombrosa” e “Un ciclone in famiglia”. E anche se in piccoli ruoli ha partecipato in film internazionali: nel 1982 in “Un sogno lungo un giorno” è stata diretta da Francis Ford Coppola, e ancora “Nine” di Rob Marshall. L’ultimo film al cinema è invece un lavoro di Giovanni Veronesi “Una donna per amico”.

Romana di nascita, ma toscana di origine, amava molto la vita e prendeva tutto con filosofia:

Non vale la pena affannarsi in tutto, siamo così poco in questo mondo, che dovremmo avere come obiettivo quello di stare bene, di cercare di stare bene, di godere di tutto. Bisogna prendere il bene dal sole, dal mare, dalle risate, da un pranzo fuori, da un bel film.