Nuovo testimone per la coppia di fidanzati uccisi a Pordenone

trifone-ragone-teresa-costanza-pordenone

PORDENONE – Le indagini sull’omicidio della coppia Trifone Ragone e Teresa Costanza continuano anche il giorno di Pasqua, almeno è quanto riporta il Gazettino circa un nuovo testimone che si sarebbe trovato a pochi metri dal killer dei due giovani, nei pressi del palazzetto dello sport locale. L’uomo era appena uscito dalla palestra, la stessa frequentata dalle due vittime, e mentre riponeva il borsone nella macchina pare abbia sentito degli spari, dichiarando che in quel momento non ci avrebbe fatto caso: “sembrava impossibile che a Pordenone, nel tranquillo e pacifico contesto del palasport Crisafulli, qualcuno potesse esplodere colpi di arma da fuoco”, almeno quanto raccontato agli inquirenti.

Tuttavia quest’ultima testimonianza pare coincidere con le altre, come quella dell’amico delle vittime che per ultimo li avrebbe visti nel parcheggio; il runner che avrebbe scambiato gli spari per “micette” e il pesista che dichiara di aver sentito “4/5 petardi”.
Tra le piste più accreditate, per gli inquirenti, è quella della vendetta nei confronti di Trifone Ragone e che addirittura, l’assassino, oltre a conoscere le sue vittime sarebbe entrato anche in macchina con loro prima di ucciderli, il 17 marzo scorso, in quel parcheggio di Pordenone, con 5 colpi di pistola.

Foto: Messageroveneto