Elezioni regionali 2015: in Campania la grande sfida

elezioni-regionali-2015

ELEZIONI REGIONALI 2015 – Oggi, 31 maggio 2015, sono aperti i seggi per le elezioni in 7 Regioni: Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Umbria, Campania e Puglia. Anche 742 comuni si recheranno alle urne per andare a votare, tra cui ci saranno ben 17 capoluoghi: Venezia, Rovigo, Lecco, Mantova, Arezzo, Fermo, Macerata, Chieti, Andria, Trani, Matera, Vibo Valentia, Agrigento, Enna, Sanluri, Nuoro e Tempio Pausania. I seggi aperti stamattina alle ore 7:00, chiuderanno alle ore 23:00 di questa sera. Solo in Sicilia è stato introdotto un giorno in più per le votazioni. Infatti si potrà votare anche durante la giornata di domani dalle ore 7:00 alle ore 15:00.

Matteo Renzi, intanto, tiene a sottolineare: “Le elezioni locali hanno valenza locale: non è un test sul governo“. Dunque il premier non accetta provocazione di nessun tipo:

Faccio un appello, e parlo di europee visto che sono in silenzio elettorale, abituiamoci a pensare che il voto serve per quello per cui si vota. Francamente – ha aggiunto – per me le europee hanno un grande valore. Per me il punto centrale è cambiare la politica europea. Se ogni volta il voto è un sondaggio sul gradimento del governo finisce, ad esempio con le europee, che si mandano in Europa persone che stanno lì solo perché sono più o meno amiche del capo del governo o dell’opposizione. A settembre quando avremo finito di fare le riforme l’Italia in Europa inizierà con determinazione che non immaginate una battaglia contro l’austerity. Non dico che andremo a fare casino, ma ci si avvicina.