Gary, il ragazzo che mangia solo fagioli da una vita intera

gary-mangia-solo-fagioliGary Watkinson ha 25 anni e da quel che ricorda pare abbia mangiato sempre e solo fagioli. La sua passione per questi legumi, durante gli anni della sua vita, ha fatto si che non mangiasse altro, se non concedersi una porzione di patatine quando esce con gli amici. Infatti, Gary, anche a colazione mangia fagioli, prepara toast con il legume e fa lo stesso anche a pranzo e a cena. Insomma non ci sono alternative per lui e non vuol sapere niente di cambiare alimentazione.

Questo ovviamente ha suscitato la preoccupazione di amici e conoscenti, la fidanzata stessa all’inzio non voleva crederci e i suoi compagni gli hanno chiesto addirittura di barattare ai suoi fagioli un pezzo di pizza pù 50 euro, ma Gary è irremovibile.

I medici sono preoccupati, e tuttavia la dottoressa yvonne Wake, della Nutrition Society, ha dichiarato che nonostante la sua dieta possa essere in piccola parte benefica, per via dei pomodori contenuti nella scatoletta di fagioli (il formato classico venduto in molti paesi anglossassoni), può portare a vari tipi di problema: “Gary per ora mangia cibo che contiene una grande quantità di fibre, il che vuol dire che probabilmente non soffre di stitichezza, che spesso porta a malattie e cancro; mentre assume grasso dai semi dei fagioli, dal toast e dalle patatine che provvedono al fabbisogno di calorie”. “Certo qualcosa manca e dalla sua dieta riceve poche calorie, il che potrebbe portarlo in debito di energie, ma – spiega ancora la dottoressa – ha imparato a gestire la sua vita quotidiana, cosicché sopravviverà alla dieta”.

Ma altri problemi potrebbero presentarsi per Gary Watkinson. La dottoressa ha ammesso che nella sua dieta mancano vitamine e minerali importanti e disperdere in questo modo il calore corporeo lo costringerà a coprirsi di più rispetto agli altri, visto che potrebbe soffrire maggiormente il freddo e inoltre le sue ossa a lungo andare si indeboliranno sempre di più. La sua è una dieta priva di antiossidanti (oltre al pomodoro contenuto nelle scatolette), vegetali e frutta. Dunque il rischio di buscare influenza o raffreddori sarà più elevato rispetto ad altri soggetti con una sana alimentazione.