USA: l’Is su twitter “celebra” l’attentato in cui sono morti 4 marines

Usa sparatoria, morti 4 marines

Obama è addolorato per quanto è accaduto e dichiara: “Ha agito da solo“. Un cecchino ha aperto il fuoco al Naval eserve center di Chattanooga, nel sud dello stato del Tennessee, in un centro riservisti della marina e in un centro di addestramento militare uccidendo quattro marines e ferendo altre tre persone e poi la sua stessa morte, ucciso durante l’inseguimento.

L’uomo della strage è un cittadino americano originario del Kuwait, identificato come Mohammod Youssuf Abdulazeez, 24 anni che ha frequentato sia le superiori che il college a Chattanooga.

Inizialmente il procuratore Billi Killian ha dichiarato: “Stiamo trattando la vicenda come un atto di terrorismo interno”. Poi ha riformulato la sua dichiarazione dopo l’intervento di un agente dell’Fbi che ha ricordato come per ora non si possa definire un atto di terrorismo. Così Killina ha detto: “in questo momento dell’indagine vi chiedo di non applicare a questa sparatoria l’etichetta di terrorismo interno. Stiamo ancora indagando per capire se si tratta di terrorismo interno, di crimine, e quale crimine, o della combinazione dei due”.
Poi qualche ora dopo, fonti investigative hanno descritto il ragazzo come “affascinato dall’Is”. In nottata, la presa di posizione del National Counterterrorism Center, il centro antiterrorismo americano, secondo il quale non ci sarebbe un legame con il terrorismo. Tuttavia il padre dell’attentatore, in passato, era stato indagato per “possibili legami con organizzazioni terroristiche straniere“. A riportare questa notizia è il New York Tiems, spiegando che l’uomo era stato messo sotto sorveglianza per terrorismo e che era stato interrogato dopo un viaggio all’estero. L’episodio risale a diversi anni fa e l’uomo e l’uomo era stato poi tolto dalla lista dei sorvegliati.

L’assassino, invece, pare avesso un blog dove aveva pubblicato solo due post datati entrambi il 13 luglio e in cui parlava di Islam. Uno era intitolato ‘Una prigione chiamata Dunya’ e un altro ‘Capire l’Islam: la storia di tre uomini ciechì’ e nel quale dice “chiediamo ad Allah di darci la completa comprensione del messaggio dell’Islam, la forza di vivere nella sua conoscenza e di sapere il ruolo che dobbiamo giocare per stabilire l’Islam nel mondo”. Poi il direttore di Site, Rita Katz, riporta: “L’account dell’Is su Twitter celebra le sparatorie di Chattanooga, posta immagini e minacce. Ma nessuna rivendicazione ufficiale“.