Caso Andrea Soldi, audio dell’ambulanza: “L’hanno preso per il collo”

Caso Andrea SoldiSi ipotizza reato di omicidio colposo per la morte di Andrea Soldi, 45enne di Torino, deceduto in seguito ad uno TSO. La vicenda salta fuori dall’audio di una serie di telefonate tra l’equipaggio dell’ambulanza e la centrale operativa del 118, acquisita dai carabinieri del Nas ed è stato incluso negli atti dell’inchiesta del pm Raffaele Guariniello. Risultano indagati uno psichiatra e tre vigili urbani che bloccarono il paziente.ì

“L’intervento è stato un po’ invasivo. Lo hanno preso al collo e fatto un po’ soffocare“. E’ una frase estrapolata dalla comunicazione fra l’equipaggio dell’ambulanza e la centrale operativa del 118 durante il trasporto di Andrea Soldi, il 45enne torinese morto durante un Tso. “Aveva le manette ai polsi e io non volevo caricarlo, ma mi hanno ordinato di farlo. E di portarlo a pancia in giù”, ha aggiunto il soccorritore al telefono.

Attualmente il magistrato sta cercando di ricostruire la vicenda e di verificare se i vigili urbani siano addestrati in modo adeguato. Non solo: pure le procedure adottate a Torino per i trattamenti sanitari obbligatori non convincono del tutto. In casi urgenti, infatti, il medico può firmare senza attendere l’apposita ordinanza del Comune.

Intanto ad indagare ci sono anche gli ispettori inviati dal ministro della Salute, Beatrice Lorenizn: esamineranno proprio il funzionamento dei Tso.