Erri De Luca, l’hashtag della solidarietà: #iostoconerri

Erri De Luca condannato a 8 mesi per le sue parole No TavIn poche ore l’hashtag #iostoconerri si piazza tra le primi dieci trend su Twitter. Gente comune, giornali di tutto il mondo, vip, mostrano la propria solidarietà nei confronti di Erri De Luca, lo scrittore napoletano condannato a 8 mesi per “Istigazione a delinquere”. La condanna voluta dal procuratore di Torino fa riferimento alla vicenda contro il movimento No Tav e alle frasi pronunciate dallo scrittore durante un’intervista a sostegno della resistenza attiva contro l’Alta Velocità in Val di Susa.

Durante il processo, aggiornato al 19 ottobre, molti attivisti No Tav a sostenere Erri De Luca. Intanto gli avvocati dello scrittore Gianluca Vitale e Alessandra Ballerini sostengono che De Luca va assolto: “perché quanto gli viene contestato è un reato impossibile”. La difesa continua: “Alla procura non interessa perseguire tutti i reati, ma De Luca. La sua è normale libertà di manifestazione del pensiero. Dire che la linea Tav va sabotata rientra, come spiega il mio cliente nel libro ‘La parola contraria’, nel diritto di malaugurio. E quando si parla di sabotaggio significa metterlo in atto con qualunque metodo, non necessariamente con un metodo violento”.

Tuttavia, in poche ore, tutta l’Europa ha mostrato la sua solidarietà nei confronti dello scrittore partenopeo, soprattutto dalla Spagna al Portogallo: