Caso Yara Gambirasio, il messaggio del padre: “Fatevi sentire”

Yara Gambirasio, il padre Fulvio, lascia un messaggio choc alla segreteria della figlia

CASO YARA GAMBIRASIO – Si infittisce ancora di più il caso della giovane di Brembate scomparsa di casa il 26 novembre 201o e trovata senza vita solo alcuni mesi dopo. A gettare nuovi dubbi sulle investigazioni, per il quale ricordiamo Massimo Bossetti, ritenuto l’assassino della tredicenne, è alla quinta udienza del processo che potrebbe subire delle conseguenze alle luce di questa notizia. A pubblicarla è il settimanale Oggi: racconta del padre di Yara, Fulvio Gambirasio, che pare a distanza di quattro giorni dalla scomparsa della figlia avrebbe lasciato un messaggio ambiguo nella segreteria telefonica del cellullare dell’adolescente.

Secondo il settimanale Fulvio Gambirasio avrebbe lasciato un messaggio a Yara alle 9:16 del 30 novembre 2010: “Sono passati quattro giorni… Eh… Devo cominciare a preoccuparmi? Fatti sentire. Fatevi sentire“. Se questo messaggio esiste realmente sono molte le nuove domande che gli inquirenti dovrebbero porsi. Per quale ragione il papà di Yara avrebbe lasciato un messaggio del genere dopo la sua scomparsa? Sapeva che la figlia si trovava in compagnia di qualcuno? Perché parla al plurale? Sarà compito del Tribunale fare chiarezza su questo nuovo scenario visto che la famiglia di Yara ha sempre dichiarato di non aver nessun tipo di sospetto sul suo allontanamento volontario della figlia. L’articolo pubblicato da Oggi rimette in gioco ogni cosa, anche la figura di Bossetti nell’intera indagine.