Catania, uccisa Giordana Di Stefano: 2 anni fa denunciò lo stalker

Giordana di Stefano morta: denunciò episodi di stalking

Era il 3 ottobre di due anni fa che Giordana Di Stefano, 20 anni, si rivolse ai carabinieri per denunciare episodi di stalking nei suoi confronti da parte del suo ex compagno. Da quella denuncia la donna non ha più registrato più segnalato altre minacce e non aveva nominato nemmeno un avvocato; oggi era prevista la prima udienza preliminare davanti al gip, sottolineiamo, dopo ben due lunghi anni. E proprio oggi, quella 20enne è morta. Uccisa a coltellate nella sua auto, a Nicolase, Catania. Per ora non è ancora chiaro se l’omicidio sia collegato a questa vicenda, gli inquirenti sono a lavoro per scoprirlo. Sul luogo del delitto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Paternò e del comando provinciale di Catania.

Il corpo della donna è stato trovato senza vita all’interno della sua macchina, un Audi A2. La giovane lascia una bimba di quattro anni, e nelle sue denunce, presentate il 2 ottobre segnalava di aver ricevuto messaggi assillanti e appostamenti. Da quella volta il procedimento è stato incardinato dalla Procura di Catania che ha chiesto il rinvio a giudizio dell’imputato. Oggi la prima udienza del processo è stata rinviata perché l’imputato non si è presentato e addirittura l’avvocato stesso è stato a chiedere il rinvio in favore di un rito alternativo ipotizzando anche una bonaria risoluzione.