Ritorno al futuro Day, 2015: 8 invenzioni diventate realtà

Ritorno al futuro 21 ottobre 2015: tutte le invenzioniOggi 21 ottobre 2015, tutto il mondo festeggia l’arrivo di Marty McFly dal 1985. Il protagonista della saga “Ritorno al futuro”, nel secondo capitolo utilizzerà la macchina del tempo per salvare suo figlio, in questo preciso giorno. La fortunata pellicola di Zemeckis, a distanza di 30 anni viene ancora ricordata e vissuta esattamente come nell’anno in cui il film guadagno il consenso del pubblico e della critica.

Nel secondo film della trilogia, Marty e il suo inseparabile amico e scienziato pazzo, Doc Brown, volano con la macchina del tempo fino ad approdare nel futuro. Qui Marty vive una grande avventura e una realtà fatta di tecnologia avanzata. Il film prodotto da Steven Spielberg che incassò, solo nel primo capitolo, ben 322 milioni di dollari, anticipò una serie di invenzioni tecnologiche come schermi ultrapiatti, piloti automatici e realtà virtuale. Stasera, su Dmax, andrà in onda uno speciale che metterà a confronto il film e le invenzioni odierne estrapolate da esso a 30 anni di distanza.

Ovviamente lo “skateboard” volante di Marty nel futuro non è stato ancora inventato, ma molte altre cose invece sono in nostro possesso.
Queste ad esempio sono gli occhiali “futuristici” che il figlio di Marty indossa nella seconda pellicola della saga. A noi fanno pensare ai Google Glass, e a voi?

Ritorna al Futuro, Google Glass

E questa video chiamata che Marty intrattiene con il suo collega ed ex compagno di scuola? Potrebbero, in qualche modo farci pensare al nostro attuale “Skype“.

Ritorna al futuro, video chiamata come skype

Beh oggi noi abbiamo delle ottime fotocamere digitali, e questo è magari un assaggio di quelle che diventeranno nel prossimo futuro con uno stile tecnologico ancora più avanzato e minimal, proprio come quello in questa scena di Ritorno al Futuro 2.

Ritorno al futuro 2, tablet

In questa scena, invece, a Marty viene chiesto di firmare su un tablet per la riparazione dell’orologio. Si tratta di una firma digitale come quelle che adoperiamo attualmente.

Ritorno al futuro, tablet e firma digitale

Ritorno al Futuro 2, in questa scena la fidanzata di Marty, che è arrivata nel 2015 insieme a lui, si trova dietro la porta della sua futura casa, e al suo fianco c’è un valido esempio di chiusura e apertura della porta attraverso il riconoscimento dell’impronta digitale.

Ritorno al futuro 2, impronta digitale

In questa scena di Ritorno al Futuro 2, Marty Junior si trova davanti ad uno schermo ultrapiatto ed è in grado di visualizzare più canali televisivi contemporaneamente. “Futurismo” assoluto per gli spettatori che videro la pellicola nel 1989.

Ritorno al futuro 2, schermo multicanale

Questa scena invece ci fornisce un valido esempio di riconoscimento facciale, oggi in dotazione anche nei più banali smartphone o tablet.

Ritorno al futuro 2, riconoscimento facciale

Se credevate che le scarpe con gli autolacci non esistono, allora vi sbagliate di grosso. Le “Easter egg Numero 11” esistono! Nel 2011 sono state prodotte dalla fondazione di Michael J. Fox e ne sono state vendute 1500 paia. La Nike dovrebbe riproporre queste scarpe con autolacci proprio a fine anno.

Ritorno al futuro 2, scarpe con autolacci