Ambra Angiolini lascia Renga mentre è in scena con Tradimenti

Ambra Angiolini e Francesco Renga si separano

Che ironia il destino, Ambra Angiolini e Francesco Renga si separanoPer salvare l’amore” dichiara l’ex ragazza di “Non è la Rai”, oggi affermata attrice e attualmente a teatro con la commedia “Tradimenti”. L’attrice romana e il cantante bresciano si separano dopo 11 anni di unione e due figli. Voci di una presunta crisi venivano smentite di continuo, ma adesso è diverso. Più che una separazione pare sia una pausa, almeno è quanto si evince dalle dichiarazioni di Ambra Angiolini.

AMBRA ANGIOLINI FRANCESCO RENGA SI SEPARANO

Ambra ne parla alla rivista Io Donna:

Lo abbiamo deciso insieme. Non volevamo che tutto morisse senza che nemmeno ce ne accorgessimo, a forza di fingere che non stesse succedendo niente. Vivo quello che sta succedendo come il più grande gesto d’amore che ci siamo regalati, forse il gesto più altruista che siamo stati in grado di fare dopo la nascita dei nostri figli. C’era una ferita sanguinante e io ho deciso di prendere la medicina per curarla. Magari un distacco può rimettere a posto gli equilibri.

Le crisi sembrano siano iniziate la scorsa estate, quando Francesco Renga fu pizzicato in compagnia di un’altra donna e alcune di queste foto finirono su giornali di gossip italiano. Ma Ambra non è esplicita e non condanna la sua relazione in base a quanto spiattellato sui giornali.

Non voglio essere rabbiosa né patetica, e vivo quello che sta succedendo come il più grande gesto d’amore che ci siamo regalati. C’era una ferita sanguinante – spiega – e io ho deciso di prendere la medicina per curarla. Magari un distacco può rimettere a posto gli equilibri. 

Si definisce ancora “piena di amore per Francesco” e per questo che ha anche deciso di rimanere a Brescia, nella città di Renga, anche per restare a canto ai figli di 11 e 9 anni e in qualche modo tenere unita la famiglia: “Non so se è la mia casa, ma è giusto continuare qui perché le nostre incertezze non pesino sui bambini. In questo momento devono abitare dove sono cresciuti sinora“.