Asti, uccide la moglie e il cane veglia sul suo corpo

Asti, Barbara Natale uccisa dal maritoASTI – E’ stato acciuffato l’uomo che questa mattina ha ucciso la moglie, Barbara Natale, 44 anni, nei pressi della stazione di Canelli, Asti. L’uomo stava cercando di togliersi la vita tagliandosi le vene, con lo stesso coltello che ha utilizzato per uccidere la donna infliggendole ben 9 coltellate.

Dopo una vita passata insieme e due figlie, l’uomo, Luigi Caramello, 47 anni, non voleva separarsi, così l’ha aspettata fuori l’abitazione dell’amica dove era ospite da un mese e l’ha uccisa con nove coltellate. Dopodiché ha tentato la fuga a bordo della sua utilitaria ma è stato fermato nelle campagne di Mombaruzzo. L’uomo aveva nascosto la macchina che aveva utilizzato per fuggire e che gli era stata prestata da un amico. Ora il 47enne è ricoverato nell’ospedale di Asti, in stato di fermo e piantonato, non è in pericolo di morte.

La moglie lo aveva lasciato per i continui maltrattamenti e così si trasferì da un’amica insieme alle figlie di 17 e 20 anni. I nuovi vicini di casa non sapevano cosa stesse attraversando perché era sempre “sorridente e solare” e sono stati proprio loro a dare l’allarme quando hanno udito le grida della donna e poi l’hanno trovata riversa, in una pozza di sangue, e al suo fianco, il suo inseparabile cane, un dalmata, che ha vegliato sul suo corpo fino all’arrivo dei soccorsi.