Caso Elena Ceste, udienza: il marito ribadisce la sua innocenza

Omicidio Elena Ceste, ultima udienza: Buoninconti si dichiara innocente

OMICIDIO ELENA CESTE – Questa mattina, alle 9.30, ha avuto luogo l’ultima udienza del processo legato all’omicidio di Elena Ceste, la donna di 37 anni di Costigliole d’Asti trovata morta nel mese di ottobre del 2014, ben nove mesi dopo la sua scomparsa, nel canale di scolo poco distante da casa.

L’unico imputato dell’omicidio è suo marito, Michele Buoninconti, padre dei loro quattro figli, accusato di averla uccisa per eccessiva gelosia e mania di controllo. Tuttavia l’uomo, in aula, ha espresso la sua volontà di rilasciare dichiarazioni spontanee in aula per sottolineare la sua innocenza. L’udienza è a porte chiuse, ma in aula sono presenti anche i genitori di Elena e il comitato “Giustizia per Elena” che indossano una maglietta con la scritta “No a sconti di pena per omicidio volontario“.

Elena Ceste news: “Buoninconti leggerà un breve scritto in cui darà la sua versione è proclamerà la sua innocenza”

E’ quanto dichiarato da Giuseppe Marazzita, l’avvocato di Buoninconti. E’ attesa in giornata la sentenza, appena dopo la replica dell’accusa e non è escluso un rinvio per un supplemento di indagine, ma ricordiamo che il pm, Laura Deodato, aveva chiesto la condanna a 30 anni di carcere.

foto: repubblica.it