Cinesi conquistano la Zecca dello Stato, diventerà un hotel

Cassa Depositi e Prestiti affida ai cinesi di Rosewood la gestione dell’hotel nell’ex sede della Zecca dello Stato. Non è il primo immobile del nostro paese venduto ai cinesi o ad altre società asiatiche.

Zecca dello Stato venduta ai cinesi

La storica sede della Zecca dello Stato diventerà un hotel in mano ai cinesi

La Cassa Depositi e Prestiti affida ai cinesi della Rosewood Hotels and Resorts International Limited controllato dalla New World China Land, la gestione dell’hotel che nascerà nella sede storica del Poligrafico e della Zecca dello Stato. L’antico palazzo di piazza Verdi a Roma diventerà un albergo extra-lusso da circa 200 camere, centro congressi, ristoranti, piscina, SPA, oltre a circa 50 residenze private gestite dallo stesso operatore alberghiero.

La crisi e le disponibilità notevoli degli investitori asiatici hanno limitato il raggio d’azione degli operatori italiani. Infatti la Zecca dello Stato non è il primo immobile venduto a stranieri.
L’ex sede milanese di Unicredit a Piazza Cordusio è diventata proprietà dei cinesi di Fosun che l’hanno acquistata per 345 milioni. La Qatar Investment Authority, sempre a Milano, ha conquistato la maggioranza del complesso di Porta Nuova. Il fondo sovrano di Abu Dhabi è interessato a un immobile di Via del Corso a Roma per trasformarlo in un hotel extralusso. I cinesi di Rosewood sono già attivi in Italia in partnership con Ferragamo per il resort di Castiglion del Bosco.