Cristel Carrisi parla del futuro matrimonio con Davor Luksic

Cristel Carrisi è la figlia della coppia d’arte (e una volta di fatto) composta da Albano e Romina Power. La ragazza è reduce dalla conduzione dello Zecchino D’Oro insieme al collega Flavio Montrucchio: lo show è stato un grande flop al punto da far guadagnare ben 10 punti di share all’avversaria di Canale 5, Barbara D’Urso col suo Pomeriggio Cinque. Ad ogni modo è stata una bella esperienza per Cristel Carrisi che ha definito il collega di quest’avventura come “una persona protettiva che ci sa fare coi bambini”.

Cristel Carrisi parla del futuro matrimonio con Davor Luksic

Cristel Carrisi è fidanzata da tempo, ormai, con l’imprenditore Davor Luksic col quale ha progettato di convolare a nozze, ma non subito. La ragazza ha raccontato come si sono conosciuti ed il tempo che si son presi prima di progettare il matrimonio:

Ne parliamo spesso e abbiamo deciso che sarà in chiesa. Ma ci siamo presi ancora quattro anni di tempo. Prima vorremmo raggiungere i nostri obiettivi professionali. Ci siamo incontrati una sera in un ristorante a Manhattan, ma la scintilla non è scattata subito. Colpa di una certa diffidenza nei confronti degli uomini, che mi porto dietro da tempo. Molti parlano troppo e dimostrano poco. Davor è romantico, ma anche concreto. E poi appoggia i miei progetti professionali, dandomi molti consigli.(…) Sono diventata uno spirito libero più di quanto pensassi. Senz’altro è nelle mie intenzioni sposarmi, un passo davvero importante, però non nell’immediato, non subito. Amo lavorare, quindi voglio continuare a farlo. Mi auguro che possano arrivare proposte belle, come questa dello Zecchino. Inoltre il mio brand di beachwear, che si chiama CrisBerry. è andato veramente bene quest’estate, quindi spero di far continuare a crescere questo mio ‘bambino’. Infine, mi auguro di riuscire a rimanere serena e che regni la felicità nella mia vita e in quelle persone che amo“.

La figlia di Albano, inoltre, ha spiegato le difficoltà dell’essere una figlia d’arte: “Negli anni è successo che mi abbiano ‘bastonata’, ma capita a tutti i figli d’arte. Quello che si fa in questi casi è costruirsi una corazza abbastanza spessa per non farsi abbattere dai commenti negativi, molte volte gratuiti, che non ti fanno crescere. Se le critiche sono costruttive, però, ben venga“.