Gattini Bruxelles: la risposta pacifista dei social network

Gattini Bruxelles. Una risata salverà il mondo, ed è proprio vero. Si sa che i social network, molto spesso, sono fonte di condivisione ed unione di pensiero ed è proprio ciò che è accaduto ieri, domenica 22 novembre in Belgio. Purtroppo, gli attimi di panico e paura sono amplificati in queste ore a causa degli attentati terroristici a Parigi dello scorso 13 novembre: attimi di terrore che sarà difficile dimenticare ma che possono essere esorcizzati grazie a questi ‘gattini di Bruxelles‘.

Chiediamo a tutti di restare calmi e di seguire rigorosamente le istruzioni delle forze dell'ordine

Gattini Bruxelles: le origini del fenomeno

Il fenomeno ‘gattini di Bruxelles‘ è cominciato ieri, precisamente alle 21.47: la polizia belga annuncia su Twitter di un’operazione antiterrorismo in atto e invita gli utenti alla calma scrivendo “chiediamo a tutti di restare calmi e di seguire rigorosamente le istruzioni delle forze dell’ordine“. Inoltre, le forze dell’ordine hanno ordinato ai media di non seguire gli spostamenti dell’operazione onde evitare che tutto andasse in fumo.

E’ stato così che il web ha risposto con la solita ironia che lo contraddistingue. Su tutti i social network, infatti, sono state postate foto di teneri gatti, a volte anche mascherati, infastiditi dall’impossibilità di non poter uscire di casa a causa dell’operazione di polizia. Le immagini, poi, sono state accompagnate dall’hashtag #BrusselsLockdown. Facebook, Twitter, Instagram: ogni piattaforma è stata inondata di istantanee dei felini. Questo è stato, di certo, il modo migliore di smorzare l’ansia ed il terrore collettivi.