Parigi attentato: diffuse le foto dell’ottavo terrorista

Attentati Parigi: diffuse le foto dell'ottavo attentatore in fuga

PARIGI ATTENTATO – Parigi e i suoi cittadini sono in stato di allerta ed era probabile che si diffondessero falsi allarmi come è accaduto oggi in rue de Rivoli, nel centro di Parigi non lontano dal museo del Louvre, dove sono stati sentiti alcuni spari che in realtà erano dei petardi. La prefettura della capitale infatti conferma “movimento di panico” dopo il falso allarme.

Intanto sulla testa dell’ottavo terrorista grava un mandato d’arresto internazionale. Il terrorista belga di 26 anni si chiama Abdeslam Salah ed è coinvolto nella strage di Parigi. E’ nato il 15 settembre 1989, è alto 1 metro e 75 centimetri e ha gli occhi marroni. La polizia invita ai cittadini di contattarla ad un numero specifico nel caso venisse riconosciuto, ma di evitare in ogni modo di intervenire per proprio conto visto che si tratta di un “individuo pericoloso“.
In base a quanto appreso dalle agenzia di stampa, l’ottavo terrorista è sfuggito al controllo della frontiera franco-belga alle 8 di ieri mattina. L’auto in cui viaggiava era stata segnaalta a Cambrai ma siccome non era giunta in tempo, gli agenti, hanno raggiunto l’auto a Molenbeek, ma l’attentatore era già scomparso.

Altri due, invece, sono i terroristi coinvolti nell’attentato del 13 novembre. Si tratta di due fratelli francesi residenti in Belgio e per uno di loro la procura di Bruxelles ha emesso un mandato di cattura internazionale, l’altro invece è morto: si è fatto saltare in aria nel ristorante di boulevard Voltaire.
Poi il ritrovamento del passaporto siriano all’interno del Bataclan, tanto chiacchierato, è infatti un documento falso e ad affermarlo è stata una fonte deli 007 Usa alla Cbs: “Il documento non contiene i numeri corretti per un passaporto legittimo e la foto non coincide con il nome“.

Foto: Ansa