Privatizzazione Ferrovie dello Stato: vendute per il 40%

Privatizzazione Ferrovie dello Stato

All’asta un altro pezzo d’Italia e stavolta si tratta delle Ferrovie dello Stato che ha imboccato la strada della “privatizzazione“. Ad annunciarlo è stato il ministro dei Trasporti Graziano Delrio durante il consiglio dei ministri tenuto proprio stamani a Palazzo Chigi. Un fardello troppo grande quelle delle Ferrovie dello Stato che pare abbia reso necessaria questa privatizzazione: “tiene presente la complessità della gestione delle Fs e la necessità di aumentare gli obblighi di servizio pubblico”, sottolinea Delrio.

Privatizzazione Ferrovie dello Stato, venduto il 40%

Pare che lo Stato cederà al mercato privato non più del 40% e su questo punto il ministro dei Trasporti è più che chiaro: “L’alienazione di Ferrovie non potrà andare oltre il 40%“. Sperando che il restante 60% rimarrà per sempre nelle mani dello Stato: “È un avvio di percorso che tiene presenti alcune questioni: l’infrastruttura ferroviaria dovrà rimanere pubblica, dovrà essere garantito l’accesso a tutti in maniera uguale“. Delrio ribadisce che l’avvio della procedura è solo un primo passo. Per ora “siamo soddisfatti” di un avvio verso “la direzione per garantire una maggiore efficienza” conclude il ministro. Mentre tutti i pendolari si chiederanno se con l’arrivo dei privati il servizio Trenitalia migliori e li sollevi da stress di ritardi e corse soppresse di continuo.