Roma: cubano uccide la moglie di 23 anni

Roma, cubano uccide la moglie di 23 anni

Un uomo cubano di 24 anni ha ucciso la moglie, una ragazza di 23 anni. Ha confessato l’omicidio telefonando alla polizia dicendo: “Ho sparato alla mia donna“. Con una una beretta cal.7,65 clandestina, illegalmente detenuta, ha sparato un colpo alla testa alla donna e quando gli agenti sono arrivati sul luogo, in un’area di servizio, hanno trovato il corpo senza vita della ragazza accanto a quello del marito che attendeva la polizia. L’omicidio è avvenuta in zona Marconi, a Roma, intorno alle 3 di questa notte.

IL MOVENTE – Secondo le prime indiscrezione pare che la lite sia nata dopo che la scoperta di un tradimento da parte della moglie. Al momento dell’omicidio la ragazza si trovava in un locale con gli amici, raggiunta dal marito che le ha chiesto di uscire, una volta in macchina ha impugnato l’arma e l’ha uccisa.
L’uomo è stato poi raggiunto dai militari dell’arma che lo hanno arrestato per omicidio. Ora si investiga anche sul modo in cui l’uomo è riuscito a procurasi l’arma.