Striscia la Notizia: assolto attore accusato di corruzione

Striscia la Notizia aveva ingaggiato un attore per denunciare un giro di “patenti facili”. Dopo essersi finto cliente di un’autoscuola che prendeva tangenti per rilasciare le licenze di guida era stato denunciato per corruzione.

striscia la notizia

Assolto attore di Striscia la Notizia dall’accusa di corruzione

L’attore (ignoto) di Striscia la Notizia che come infiltrato aveva pagato una tangente ai titolari di un’autoscuola, allo scopo di ottenere la patente C in modo illecito è stato assolto dall’accusa di corruzione.
Durante il servizio televisivo, una volta emerso in tutta la sua evidenza il patto corruttivo, fu proprio l’inviato di Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti, ad avvertire la polizia.
La Procura di Torino aveva chiesto per lui una condanna a due anni, dopo che l’attore sbagliò nove risposte su dieci all’esame e venne promosso, seppur collaborasse al servizio di denuncia e il suo comportamento fosse finalizzato alla riuscita delle indagini.

I giudici hanno invece accolto la tesi dell’avvocato difensore Antonio Mencobello, che sosteneva che la tangente pagata non fosse altro che un’esca utilizzata per far emergere le pratiche  illecite dell’autoscuola.