Aiutiamo Davide Zaccarelli, padre di una figlia stuprata

Davide Zaccarelli vive a Faenza in provincia di Ravenna e guadagna 1700 euro al mese, ma ogni mese deve versare circa 400 euro alla madre dello stupratore di sua figlia Elisa, violentata nel 2007 dal suo professore Ezio Foschini, suicidatasi lo scorso anno per lo choc subito. 

Versa 400 euro al mese alla madre dello stupratore di sua figlia

Elisa aveva 15 anni all’epoca dei fatti e frequentava l’istituto d’arte per la ceramica di Faenza dove aveva ricevuto delle attenzioni morbose dal suo insegnante. Un giorno, quando i due si sono ritrovati da soli in ascensore a scuola, l’uomo abusò di lei. Elisa provò a parlarne con la madre, sostenendo però che a essere stata violentata fosse stata un’amica. Il giorno dopo i professori la videro in lacrime a scuola e scoprirono la tremenda verità. Davide e sua moglie denunciarono Foschini, il quale non fu mai arrestato e continuò ad insegnare come se niente fosse.
La scuola, come accusa Davide, non avrebbe mai sanzionato Foschini anche se il preside deve controfirmare il registro dove l’uomo segnava commenti sconci vicino ai nomi delle ragazzine. E anche il Ministero, dopo essersi costituito parte civile al processo, sparì.

In primo grado, Foschini fu condannato a 4 anni di reclusione e al pagamento di 40 mila euro a Elisa e 26 mila alla famiglia come risarcimento. Foschini risultò nullatenente, ma in realtà aveva spostato tutti i suoi soldi sul conto del padre. La famiglia Zaccarelli lo denuncia di nuovo, ma a questo punto vengono condannati dal giudice civile Flavia Mazzini a risarcire i genitori di Foschini, perché la denuncia penale avrebbe fatto star male il padre dell’insegnante. Era il 29 marzo 2014, tre mesi esatti dopo Elisa si sarebbe uccisa. Davide Zaccarelli, che non possiede i 40 mila euro che deve alla famiglia di Foschini, si è visto pignorare lo stipendio, rivela. Foschini si trova attualmente in carcere, deve scontare ancora un anno per la violenza sessuale e altri 18 mesi per la mancata esecuzione dolosa del risarcimento per la famiglia. La madre, però, poco tempo fa ha chiesto a Davide il pagamento di 21 mila euro di arretrati in 10 giorni, e per questo l’uomo si appellò alle tv nazionali facendo conoscere a tutti l’inspiegabile vicenda.

Per aiutare la famiglia di Elisa Zaccarelli, che deve ancora restituire 40 mila euro ai familiari di Foschini, è possibile fare donazioni al conto corrente della zia della ragazza, Antonella Gori, IT65N0200858591000040292617 con causale

“per Elisa Zaccarelli”.