Al ministro Orlando inviati proiettili e lettera minatoria in arabo

Al ministro Orlando è stata inviata una busta contenente una lettera con minacce scritte in arabo e contenete proiettili. La lettera aveva l’indirizzo scritto in inglese ed è stata recapitata in via Arenula, 70 sede del ministero della Giustizia. L’indirizzo sarebbe stato scritto sulla busta con un normografo e la lettera sarebbe giunta prima all’aeroporto di Fiumicino per poi arrivare a Roma al palazzo dove si trova l’ufficio di Andrea Orlando. I proiettili inseriti nella lettera sono due e sono Ak47, quelli da kalashnikov. Della vicenda si sta occupando la Procura di Roma.

Al ministro Orlando recapitata lettera con minacce in arabo e proiettili

I proiettili inseriti nella lettera sono due e appartengono ad un Ak47, quelli da kalashnikov.
Al momento non ci sono commenti o conferme da parte del ministero della giustizia o del suo titolare. Della vicenda si sta occupando la Procura di Roma.
Andrea Orlando, esponente del Partito Democratico e parlamentare dal 2006, è dal febbraio 2014 ministro della giustizia per il governo Renzi. Prima di questo incarico è stato ministro dell’ambiente nell’esecutivo guidato da Enrico Letta.

Ultimamente il ministro Orlando si era espresso sul terrorismo e aveva affermato che per contrastarlo ci sarebbero volute più intercettazioni meno privacy.
Orlando ha chiesto anche di rivedere il reato di immigrazione clandestina.