Ucciso Arnold Peralta il calciatore del Deportivo Olimpia

Ucciso il centrocampista honduregno del Deportivo Olimpia e della nazionale dell’Honduras, Arnold Peralta. Da quanto descritto dai media locali non pare sia un omicidio derivato da una rapina, ma dà l’impressione di una vera e propria esecuzione. L’assassinio è avvenuto nel parcheggio di un centro commerciale a La Ceiba, cittadina della costa atlantica. l calciatore 26enne è stato freddato con undici colpi di pallottole, avvicinato dal killer a bordo di una motocicletta. L’esecuzione è avvenuta sotto gli occhi di tutti i passanti evidentemente terrorizzati.

Assassinato Arnold Peralta, ucciso con 11 colpi di pistola

Per ora si avanzano solo ipotesi anche se gli inquirenti, a monte, escludono sia stata una rapina visto la violenza impiegata nel compiere il delitto. Secondo la stampa locale, “La Prensa”, l’omicidio è da collegare all’assassinio di Byron, il cugino 28enne di Arnold, ucciso agli inizi di giugno da tre uomini che fecero irruzione nel suo appartamento. L’omicidio, in questo caso, fu classificato come una rapina finita in tragedia. Ma visto che anche Peralta è morto lo scenario potrebbe cambiare.

Arnold Peralta era un giocatore di spessore nel suo Paese. Era infatti titolare di uno dei club più importanti dell’Honduras, che consta in bacheca di 24 scudetti vinti, oltre ad aver giocato nei Rangers in Scozia e partecipato ai Giochi di Londra nel 2012 e Mondiali in Brasile nel 2014. Fermo da un po’ di tempo a causa di un infortunio, mercoledì avrebbe dovuto partecipare all’incontro contro Cuba con la maglia nazionale dell’Honduras, convocato proprio poche ore prima della sua fine. Il mondo del calcio è in lutto.