Attentato Brescia: bomba nella scuola Polgai della Polizia di Stato

Attentato a Brescia. Ad indagare sul caso la Digos: l’attentato è avvenuto intorno alle 4:30 di questa mattina nella sede della Polgai (scuola della Polizia di Stato) a Brescia. Un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere proprio davanti alla sede e per fortuna non si registrano feriti. A posizionarla pare sia stato un uomo dal volto coperto del quale però non si conosce l’identità.

Attentato Brescia: Scuola Pol Gai della Polizia

Per ora non sono pervenute rivendicazioni dell’attentato anche se le telecamere hanno ripreso un uomo con il volto coperto che pare abbia inserito l’esplosivo all’interno di una pentola a pressione. A rimanere danneggiato solo una parte del portone della scuola che affaccia sulla strada e una finestra. Ora sono in corso i rilievi della scientifica e per questo la strada dove è avvenuto l’attentato resterà chiusa.

Per ora non si sa nulla dell’uomo che ha posizionato la bomba davanti alla scuola anche se dalle riprese di una telecamera di video sorveglianza si nota un uomo giovane e atletico tra le mani l’ordigno. L’edificio attaccato, la Pol.G.A.I. ospita la Scuola di Polizia Giudiziaria Amministrativa Investigativa della Polizia di Stato.
Se l’esplosivo fosse stato più potente avrebbe provocato non pochi danni visto che la struttura ospita 270 posti letto, aule studio e aree polifunzionali tra cui un poligono di tiro di 50 metri e sale per la simulazione delle tecniche investigative.